Quantcast
facebook rss

Pnrr, “bocciatura” di Villa Rambelli: tuona il centrodestra

SAN BENEDETTO - Gli esponenti dei gruppi locali di Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia commentano l'esito delle domande, che ha invece premiato il teatro concordia. Ecco cosa dicono
...

 

Villa Rambelli

 

«Lo scenario dell’attuale compagine di governo è estremamente preoccupante.
Gli attuali amministratori sono talmente presi dalle nomine nelle partecipate con relativa spartizione di ruoli e compensi che perdono di vista il bene comune e si fanno sfuggire importanti finanziamenti dal PNRR»: è il commento degli esponenti di centro destra di San Benedetto, sull’esclusione dei fondi Pnrr di Villa Rambelli, finanziamento ottenuto invece dal teatro “Concordi”. Erano state presentate le domande per entrambi i progetti (leggi qui). 

 

«La bocciatura del progetto sulla riqualificazione di Villa Rambelli – continua la nota inviata da Annalisa Ruggieri, a nome dei comitati locali di Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia – ne è la prova.
Le dichiarazioni degli assessori Lazzari e Pellei sono la dimostrazione dell’incapacità di governo
dell’amministrazione Spazzafumo.
Esultano per il minimo traguardo raggiunto sul teatro Concordia e giustificano in maniera preoccupante la bocciatura di Villa Rambelli.

 

Il buon amministratore – dice ancora la Ruggieri – non prova rammarico e non trova giustificazioni, piuttosto si attiva affinché il progetto sia migliore degli altri per arrivare tra quelli finanziabili.
Abbiamo acceso i riflettori sulla Villa, che tanti neppure conoscevano, e ora che ci sono i mezzi per
raggiungere lo scopo della riqualificazione, vengono persi.
Il PNRR è occasione fondamentale per la crescita dei territori ma il presupposto deve essere massima attenzione nel reperire finanziamenti ed aprire utili canali.

 

Questa Amministrazione, invece, ha l’attenzione focalizzata solo sulla spartizione delle poltrone e sulle beghe interne ai gruppi consiliari e non sul bene della città». 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X