Quantcast
facebook rss

Notte difficile al carcere del Marino, detenuto minaccia il personale con una lametta poi ingoia delle pile

ASCOLI - Il giovane, di nazionalità marocchina arrivato una settimana fa dall'Emilia Romagna, sembra che fin da subito abbia dato segnali di irrequietezza. E' stato necessario il trasporto in ospedale
...

 

La casa circondariale di Marino del Tronto

 

 

Momenti di paura al carcere del Marino di Ascoli, dove un detenuto ha prima minacciato il personale con una lametta poi ha ingoiato delle pile.

 

E’ accaduto ieri sera giovedì 22 settembre. Si tratta di un giovane di origine marocchina, detenuto nella sezione comune, arrivato da una settimana dall’Emilia Romagna. Fin da subito abbia dato segnali di irrequietezza.

 

Ieri, mentre si trovata nell’ambulatorio medico per una visita di controllo, ha tirato fuori una lametta, che non doveva avere ma evidentemente era riuscito a nasconderla, brandendola contro il personale sanitario.

 

A scongiurare il peggio è stato l’intervento degli agenti di Polizia Penitenziaria che lo hanno calmato e poi bloccato.

 

Tornato nella sua cella, qualche ora dopo, ha detto agli agenti di aver ingoiato delle pile. E’ subito scattato l’allarme e attivato il personale sanitario della casa circondariale.

 

E’ stata quindi chiamata l’ambulanza del 118, a bordo della quale il ragazzo è stato trasportato al Pronto Soccorso dell’ospedale “Mazzoni” di Ascoli. Qui gli sono state estratte le pile dallo stomaco, quindi è tornato in carcere.

 

m.n.g.

 

Probabile simulazione di suicidio: detenuto guardato a vista nel carcere di Ascoli

Carcere del Marino: sopralluogo del garante, rientra la protesta dei detenuti

Cercano di introdurre 8 telefoni al carcere del Marino: un agente se ne accorge e blocca tutto

Suicidio in carcere, il Garante regionale dei diritti: «Situazione insostenibile»

Dramma nel carcere di Marino del Tronto, si toglie la vita un 36enne


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X