Quantcast
facebook rss

Ponte sull’Ancaranese, Anna Casini (Pd): «In Regione la maggioranza dice no ai fondi»

VIABILITA' - La consigliera di minoranza: «E' stata bocciata la mia proposta di cofinanziare l'opera con 2,8 milioni di euro. C'è il rischio chiusura per un tempo indefinito». Il Pdsi schiera anche con il segretario provinciale Ameli e quelli cittadini Bastiani, Bosano, Falcioni e Schiavoni
...

 

Dopo l’ennesimo articolo di Cronache Picene sullo stato in cui versa il ponte sull’Ancaranese, al confine tra Marche e Abruzzo, le province di Ascoli e Teramo e i territori comunali di Ascoli e Ancarano, per metà di proprietà della Provincia di Ascoli e per metà di quella di Teramo, interviene Anna Casini, ascolana, consigliera regionale d’opposizione del Partito Democratico ed ex vice presidente della Regione Marche.

 

Anna Casini

«Il ponte sul Ancaranese, purtroppo ormai fatiscente, è a rischio chiusura per un tempo indefinito e la Regione Marche ha bocciato la mia proposta di cofinanziare l’opera con 2.8 milioni di euro» dice la Casini, che poi aggiunge: «Negli anni passati la Provincia di Ascoli è riuscita ad ottenere finanziamenti che però non bastano per realizzare un nuovo ponte a servizio della Vallata del Tronto e del territorio piceno, situato in una zona strategica per le tante attività industriali e imprenditoriali presenti nella zona».

 

«Per questo – prosegue l’esponente dem – ho presentato un emendamento al bilancio regionale per chiederne il finanziamento con 2,8 milioni di euro, ma la maggioranza di destra lo ha bocciato senza motivazione alcuna. Un atteggiamento, quello della Giunta Acquaroli – conclude – irrispettoso nei confronti dei cittadini di tutto il Piceno, vista la funzione che svolge l’infrastruttura che come sappiamo è un collegamento anche con l’Abruzzo».

 

Alla Casini fanno eco il segretario provinciale del Pd Francesco Ameli e quelli cittadini Stefano Bastiani, Isabella Bosano, Stefano Falcioni e Nazario Schiavoni: «L’emendamento proposto dalla consigliera Casini insieme a tutto il gruppo Pd mirava a dare una risposta immediata ad un’emergenza che sta arrivando come un treno in corsa e che creerà enormi disagi a migliaia di cittadini, esercenti ed imprese. In questi mesi ed anni, in maniera sinergica alle Amministrazioni provinciali guidate da D’Erasmo, Fabiani e Loggi, si è riusciti ad intercettare importanti finanziamenti per il ponte sull’Ancaranese, ma che purtroppo non bastano. Per questo questo pensiamo che la Regione Marche avrebbe dovuto dare seguito alle promesse fatte nei mesi passati attraverso una copertura economica per la realizzazione del ponte».

 

Ponte sull’Ancaranese ormai ridotto ai minimi termini: pericoli costanti, incidenti e code


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X