facebook rss

«Grazie Osvaldo, sei stato prezioso»
Il triste addio all’avvocato-ciclista

FOLIGNANO - Una nutrito gruppo di bikers ha scortato il feretro di Tosti fino alla chiesa di San Luca Evangelista a Villa Pigna. «Adesso pedalerai in Paradiso, sei il nostro Angelo»

Il feretro all’ingresso della chiesa

di Renato Pierantozzi

Lo hanno accompagnato fino al sagrato della chiesa insieme alle loro inseparabili mountain bike. Ma questa volta non c’era lui in testa al gruppo con il suo sorriso e l’educazione d’altri tempi ormai. «Sei in cielo, a pedalare per l’eternità con la tua bici», ha detto don Franco Petrucci nell’omelia per l’estremo saluto ad Osvaldo Tosti, l’avvocato di 38 anni travolto giovedì scorso all’Annunziata e deceduto poi domenica all’ospedale regionale di Torrette. «Sei stato stato prezioso, grazie Osvaldo», ha aggiunto il sacerdote. Presenti, come detto, anche un centinaio di ciclisti, in gran parte del team a cui Tosti apparteneva, insieme a tantissimi giovani, dirigenti e poliziotti della Questura,  a partire dal questore Luigi De Angelis. Osvaldo, infatti, era all figlio di Walter Tosti, per tanti anni importante dirigente della polizia ascolana.

Osvaldo Tosti

La funzione è stata concelebrata da don Andrea Tanchi, parroco di Mozzano ed appassionato bikers. Molto toccante, alla fine, il ricordo dei compagni del team “nà pedalata e nà magnata” di cui Tosti era uno dei componenti. «E’ stato molto facile volerti bene -ha detto Giulio in rappresentanza del team- non ti ho mai sentito parlare male di nessuno o dire una parolaccia. A volte ti prendevamo in giro perché il giorno dopo un’uscita tornavi con la tua bici bella pulita mentre le nostre rimanevano sporche per giorni… Ci lacera pensare che non ci sarai più, ci mancherai caro Osvaldo». Anche Dario Romoli, ex dirigente della Questura ed ora presidente della sezione ascolana dell’associazione nazionale di Polizia, ha ricordato sull’altare la figura del giovane scomparso. «Grazie per lo splendido esempio di vita che hai dato ai giovani della tua generazione e a noi più anziani. dall’alto del cielo sorreggi la tua famiglia e tutti noi». Romoli ha poi donato al giovane scomparso la maglia gialla del Tour de France proveniente da Parigi.

L’ultimo atto d’amore di Osvaldo: via libera alla donazione degli organi

Osvaldo Tosti non ce l’ha fatta Il giovane avvocato è morto dopo quattro giorni di agonia

Il ciclista è in condizioni disperate Gli amici: «Osvaldo non mollare»

Travolto da un’auto all’Annunziata ciclista gravissimo trasferito in eliambulanza al Torrette


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X