Quantcast
facebook rss

«E’ cannabis light, non stupefacente»,
il super consulente scagiona
l’anziano coltivatore

ASCOLI - Dalla perizia del professor Rino Froldi è emerso un clamoroso colpo di scena nella vicenda della piantagione scovata, sequestrata e distrutta lungo il fiume Tenna ad Amandola
...

La cannabis sequestrata al pensionato di Amandola

di Renato Pierantozzi

Clamoroso colpo di scena nella vicenda della piantagione di cannabis sequestrata (e poi distrutta) lungo il fiume Tenna ad Amandola ad un pensionato del luogo. Il perito nominato dal Tribunale, il professor Rino Froldi dell’Università di Macerata, ha riconosciuto che si tratta di una varietà “inidonea all’azione stupefacente” in quanto a basso contenuto di “Thc” (il principio attivo della cannabis) inferiore allo 0,5%. Le conclusioni del perito sono emerse nel corso dell’incidente probatorio svoltosi questa mattina in Tribunale di fronte al giudice Rita De Angelis alla presenza del pm Mara Flaiani e dell’avvocato Emiliano Carnevali che assiste l’indagato che fu posto agli arresti domiciliari. Le piante furono sequestrate il 4 settembre a seguito di un blitz della Questura di Fermo e della Polstrada. Ora toccherà alla Procura decidere sul prosieguo delle indagini.

L’avvocato Emiliano Carnevali

«Il perito non altro che confermato ciò che sosteniamo sin dall’inizio -commenta l’avvocato Carnevali- Vale a dire che la tipologia della canapa coltivata ed il relativo principio attivo rientrano indubbiamente tra quelli consentiti dalla legge. Del resto risultano chiare e adeguatamente provati anche tutti gli altri profili che ne attestano la liceità e cioè: provenienza della semente,  finalita’ della coltivazione ed ossequio delle pochi adempimenti di trasparenza previsti dalla legislazione vigente. L’aspetto più preoccupante inerisce la non conoscenza dimostrata in ordine alla possibilità di coltivare legalmente specie di canapa, autorizzata con legge ordinaria da oltre 2 anni. Ignoranza che ha condotto addirittura a sradicare l’intera piantagione, frutto di un anno di lavoro, con notevole danno danno in capo al mio assistito ed alla azienda associante».

Scovata piantagione di cannabis: 200 piante e 12 chili di marijuana, in manette un uomo di 71 anni (Foto e Video)

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X