facebook rss

Travanti, 20 giorni di prognosi
Aggressore denunciato ai Carabinieri
Spuntano una ragazza testimone
e sms con un avvocato

ASCOLI - Dopo l'aggressione di mercoledì sera in Piazza Viola, il leader della lista civica “Movimento Ascolano” ha lasciato il Pronto Soccorso dell’ospedale "Mazzoni" alle 4 di mattina e poi, intorno alle ore 13, si è recato nella caserma dei Carabinieri per querelare la persona che, secondo lui, lo avrebbe preso a calci e colpito al capo. Dopo l'aggressione ha ricevuto due messaggi telefonici (allegati alla denuncia) da un legale ascolano

Una nottata al pronto soccorso. Poi, alle ore 4 di questa mattina, le dimissioni con un referto del Pronto Soccorso dell’ospedale “Mazzoni” di Ascoli che parla di una prognosi di 20 giorni per una “frattura della base della rotula del ginocchio sinistro” e un “un trauma contusivo distrattivo del rachide cervicale e nucale”. Claudio Travanti, leader di “Movimento Ascolano”, lista a sostegno del candidato sindaco del “Fronte civico e moderato”, Piero Celani, ha vissuto, ieri, una delle giornate più tristi della sua vita. Per essere rimasto vittima di una vile aggressione.

«L’ho riconosciuto, è stato un candidato consigliere di una lista avversaria, ho chiamato Carabinieri e Polizia per denunciare tutto» ci aveva dichiarato ieri sera, ancora scosso, subito dopo il fatto. E, oggi, alle ore 13, l’ex assessore comunale all’Ambiente si è recato nella caserma dei Carabinieri di Ascoli per denunciare il suo presunto aggressore. Ai militari Travanti ha, così, raccontato l’intera dinamica facendo anche il nome della persona che, in Piazza Viola, intorno alle 21.15, «si è avvicinata verso di me e, senza dire nulla, mi ha sferrato un calcio al ginocchio sinistro, colpendomi anche sul capo, proferendo nei miei confronti la seguente frase: “Fammi lo svelto adesso”».

Nella denuncia Travanti racconta anche che “il fatto si è verificato in mezzo ai veicoli parcheggiati (…), che in Piazza Viola vi sono diverse telecamere che hanno sicuramente ripreso la mia aggressione” e che “una ragazza ha assistito al fatto tanto che si è fermata senza dire nulla”. Ma è la parte finale dell’esposto quella più sorprendente. Dove si legge di uno scambio di tre messaggi via sms, avvenuto dopo l’aggressione (il primo è delle ore 23,44 e gli altri sono delle 23,49 e 00,14) tra Travanti e un avvocato ascolano, con tanto di nome, cognome e numero di cellulare allegati.

Claudio Travanti aggredito in strada dal candidato di un’altra lista Il leader di “Movimento Ascolano”: «Mi ha dato un calcione e un pugno»

Massimo Tamburri (Movimento Cinque Stelle): «Basta con la prepotenza e l’inciviltà»

Piero Celani dopo l’aggressione a Travanti: «Nulla può giustificare la violenza»

La lista di Viscione e Matteucci: «Fioravanti si dissoci dall’aggressione a Travanti»

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X