facebook rss

Temporali da bollino “giallo”
La Protezione Civile lancia l’allerta

MALTEMPO - La giornata a rischio è quella del 3 settembre. Possibili fenomeni dovuti a piogge molto intense, localmente pericolose. Sconsigliate attività all’aperto. Non sono da escludersi innalzamenti dei corsi d’acqua e piccole frane. Attenzione alta in tutto il Piceno dopo i problemi di venti giorni fa

Il bollettino diramato dalla Protezione Civile

E’ stata diramata dalla Protezione Civile della Regione un’allerta meteo relativa a possibili temporali per il 3 settembre. Il codice è di colore giallo (poi ci sono, come pericolosità, arancione e rosso), il che significa che potrebbero verificarsi fenomeni dovuti a piogge molto intense, localmente pericolose. Si sconsigliano, dunque, attività all’aperto per potenziali situazioni di criticità. Non sono da escludersi, poi, innalzamenti dei corsi d’acqua e piccole frane.

Frane sulla strada verso Scalelle di Roccafluvione durante il maltempo dello scorso agosto

Inutile dire che l’attenzione è alta in tutto il Piceno, anche alla luce di quanto accaduto una ventina di giorni fa, quando una violenta ondata di maltempo ha messo in ginocchio i comuni di Roccafluvione e Venarotta portando gravi danni anche ad Ascoli e dintorni. Colture devastate, auto danneggiate dalla grandine, scantinati allagati, attività commerciali in ginocchio, alberi spezzati, strade impraticabili: uno scenario apocalittico. Proprio in quel caso si è parlato di mancata allerta proprio da parte della Regione, fatto che nel capoluogo ha dato vita anche ad un’interrogazione comunale.

Strade sporche e pericolose, cartelli divelti a sei giorni dalla “bomba d’acqua” Parte una interrogazione

Il nubifragio ha massacrato le colture Flagellati interi frutteti e piantagioni

Dopo la “bomba d’acqua” parte la conta dei danni Le manutenzioni approssimative si confermano una piaga Vigili del fuoco encomiabili

Maltempo, albero cade su un’auto Tragedia sfiorata a Venarotta (Foto e video)


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X