facebook rss

Un mare di droga alla Sentina,
confermata la condanna dell’albanese

ANCONA - Il difensore del giovane avevano chiesto l'assoluzione del loro assistito finito in manette nel corso del blitz alla foce del Tronto che portò al sequestro di oltre duemila chili di hashish

Il maxi sequestro di droga alla Sentina

I giudici della Corte di Appello di Ancona hanno confermato la condanna a 4 anni di carcere a carico del giovane albanese D.K. finito nei guai (leggi l’articolo) per la vicenda del maxi sequestro di droga alla foce del Tronto da oltre 2.000 chili di sostanza stupefacente. I fatti risalgono al 2 settembre 2017 quando la Guardia di Finanza intercettò una imbarcazione di trafficanti intenta a sbarcare il carico di hashish.

In manette finirono l’albanese e un napoletano trapiantato nelle Marche beccati all’interno di un furgone con all’interno delle taniche di carburante. I giudici dorici hanno anche elevato la sanzione pecuniaria da 40.000 euro a 51.646 euro oltre alle spese processuali. A pena espiata, il giovane sarà espulso dal territorio italiano.

rp

Maxi sequestro di droga alla Sentina, gli imputati di fronte al giudice


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X