facebook rss

Caos in Forza Italia,
Piero Celani nel mirino
Trenta: «Battistoni convochi immediatamente
un’assemblea per eleggere i vertici del partito»

ASCOLI - Esponenti di spicco azzurri, da Regoli a Piunti, dalla Ferretti a Bono, fino alla Ruggieri e Trenta, risentiti per la convocazione, senza essere stati contattati, di un banchetto contro la riforma della prescrizione al quale parteciperà il commissario regionale Battistoni. «Dell’iniziativa nessuno sapeva nulla. Così non si può più andare avanti»

Piero Celani con Umberto Trenta, Claudia Regoli, Luigi Lattanzi, Valentino Tega e Alessio Pagliacci

E’ caos in Forza Italia. Con esponenti storici come il vice commissario regionale Claudia Regoli, il sindaco di San Benedetto e vice vicario regionale di riferimento del Piceno, Pasqualino Piunti, l’assessore Donatella Ferretti, il presidente del Consiglio comunale, Alessandro Bono, l’assessore di San Benedetto, Annalisa Ruggieri, e l’ex consigliere regionale Umberto Trenta, da una parte; ed il vice presidente del Consiglio regionale, Piero Celani, e il consigliere comunale e vice coordinatore vicario nazionale dei giovani forzisti, Alessio Pagliacci, dall’altra. Tutto per un annuncio lanciato via facebook da Celani, con tanto di stemma di Forza Italia e Forza Italia giovani, di un banchetto organizzato per sabato alle 16, in via Cino e Lillo Del Duca, contro la riforma della prescrizione voluta dal Governo Conte. Banchetto al quale parteciperà anche il nuovo commissario regionale Marche, Francesco Battistoni. Iniziativa, peraltro, che il partito di Berlusconi sta portando avanti in tutta la Regione. Ma che ad Ascoli sembra aver scatenato il putiferio.

Umberto Trenta

Perché? Secondo gli “esclusi” dall’organizzazione, Celani avrebbe portato avanti l’evento senza condividerlo, appunto, con loro, e cioè col resto del partito. E, soprattutto, senza consultare gli esponenti forzisti di spicco. Che, naturalmente, si sono risentiti della cosa, sentendosi estromessi. Commenta, infuriato, Trenta: «Parlare di prescrizione è di certo utile, tra l’altro è uno dei temi del momento. Purtroppo, però, nessuno di noi, nè io, nè la Regoli, nè Piunti, nè la Ferretti, nè Bono, ne sapevamo nulla. Nessuno è stato avvertito dell’iniziativa. Così non si può più andare avanti – avverte Trenta -. Il partito non è in mano ai soli Celani ed Alessio Pagliacci. Qui non ci sono uomini soli al comando. Ed è per questo modo di fare che, in passato, non è stato possible costruire un partito coeso ad Ascoli e provincia. Bisogna, insomma, fare squadra, come nel 1994 quando creai il primo club di Forza Italia ad Ascoli e lo chiamai “Silvio Berlusconi”. Mi rivolgo, allora, all’amico Battistoni affinché convochi subito un’assemblea – puntualizza Trenta -, alla quale, oltre me, dovranno partecipare Piunti, Regoli, Bono, la Ferretti, Lattanzi, Tega, i fratelli Gibellieri, Matteucci, che elegga, finalmente, i vertici del partito. Ascoli ha bisogno di una classe dirigente votata e non di semplici portatori d’acqua». Trenta, poi, passa ad analizzare la situazione Regionali 2020. «Al commissario regionale – sottolinea l’esponente forzista – ho inviato la mia disponibilità a candidarmi al Consiglio regionale, ma non ho ancora ricevuto risposta. E dico di più, all’insegna del motto che squadra che vince non si cambia, ripropongo lo stesso “team” che si candidò alle elezioni 2015: Celani, Concetti, Riva e Trenta. Emilia Romagna docet: vogliamo crollare anche nelle Marche a poco più del 2% come accaduto lì?». Quindi la stoccata finale che ha il sapore del duello politico: «Invito Celani – chiosa Trenta – ad un faccia a faccia pubblico sui temi regionali, provinciali e comunali».

ad.ce.

Centrodestra in fibrillazionedopo le dichiarazioni di LattanziCastelli: «Non parlava di mee squadra che vince non si cambia»

Lattanzi sempre più vicino alla maggioranza:«Ricostruiamo il centrodestra ad Ascoli» Pagliacci parla a nome di Forza ItaliaQual è la reale geografia politica del Consiglio?

Centrodestra, partono le grandi manovre in vista delle elezioni regionali Piero Celani e Luigi Lattanzi passano in maggioranza?


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X