Quantcast
facebook rss

Stadio “Del Duca”, iniziata
la demolizione della Curva Sud:
addio a un pezzo di storia
dell’Ascoli Calcio
(Fotogallery e video)

ASCOLI - Questa mattina sono iniziati i lavori per buttare giù lo storico settore del tifo bianconero, ormai inagibile. La prima e simbolica picconata è stata del sindaco Marco Fioravanti: «C’è un progetto per consegnare i resti ai tifosi». L’assessore allo sport Nico Stallone: «La curva è stata un pezzo di cuore»
...

 

di Andrea Pietrzela

(fotoservizio e video di Andrea Vagnoni)

Il giorno dopo la festa della mamma, sono iniziati i lavori per demolire la cara e vecchia Curva Sud, «la mamma del tifo ascolano» come l’ha definita l’assessore allo sport Nico Stallone. Erano circa le 9.30 di questa mattina quando la prima picconata meccanica ha colpito il lato della Curva Sud “Costantino Rozzi” adiacente alla nuova Tribuna Est “Carlo Mazzone” ed ha buttato giù le prime macerie.

L’inizio della demolizione della Curva Sud

A bordo del mezzo, con caschetto e mascherina, c’era il sindaco Marco Fioravanti, che con l’aiuto di un operatore ha inferto il primo colpo ed ha dato ufficialmente il via ai lavori gestiti dall’impresa “Mannocchi” di Montalto Marche, ditta vincitrice dell’appalto. I tempi stimati per la demolizione sono di circa due mesi.

LE PAROLE – Il primo cittadino ascolano ha poi speso qualche parola in ricordo di tutto ciò che ha significato la Curva Sud per la città: «Tanti ascolani si sono conosciuti e incontrati su questi gradoni, tante famiglie sono nate proprio qui facendo il tifo per l’Ascoli. Come ci insegna la vita, tutto ha un inizio e una fine: anche questo calcestruzzo, arrivato a fine cora, dovrà avere un ciclo di rinnovamento».

Il sindaco Marco Fioravanti

Inevitabile un riferimento alla memoria del “presidentissimo”: «Io non posso non ringraziare il grande Costantino Rozzi, che ha costruito questa curva nel 1974 e che ha scritto la storia della nostra città. Ascoli è un bene di tutti che dobbiamo tramandarci di generazione in generazione, noi dobbiamo conservare la storia e portarla avanti. In questo momento difficile di emergenza sanitaria, questa curva spero rappresenti un segno di rinascita. Dallo stadio, dall’Ascoli, possiamo generare un germoglio per il futuro e far rinascere la nostra città anche attraverso il calcio e l’attaccamento che gli ascolani hanno per questo stadio».

Presente all’evento anche l’assessore allo sport Nico Stallone, tifoso ma anche ex calciatore e poi tecnico (responsabile del settore giovanile) del club bianconero: «Per me è una giornata particolare, io sono nato in curva sud e questo stadio l’ho vissuto sia dagli spalti che dal campo. Io non credo che si sia un solo ascolano che non sia mai stato almeno una volta in Curva Sud: questo settore ha accompagnato le nostre generazioni per quarant’anni, con una squadra che ci ha regalato pagine di storia calcistica meravigliosa».

«La curva era un valore aggiunto per chi giocava, le emozioni erano forti e sono state spesso riconosciute anche da grandi campioni che sono venuti a giocare al “Del Duca”. La curva sud era la città di Ascoli, la Curva Sud ci rendeva più forti: per me ha rappresentato un pezzo di cuore. Il sogno è quello di creare una nuova Curva Sud che possa rivivere la stessa storia e le stesse emozioni della vecchia Curva Sud».

IL FUTURO – Non si è parlato soltanto dei ricordi del passato, ma si è rivolto lo sguardo anche verso il prossimo futuro. «Prima dell’emergenza coronavirus avevamo aperto un tavolo di confronto con la società bianconera – ha spiegato il sindaco Fioravanti – speriamo di riprenderlo il prima possibile. Noi siamo disponibili ad investire sullo stadio per costruire un progetto che abbia una valenza sia pubblica sia privata. Oggi gli stadi in tutta Europa, ma lo vediamo anche in Italia, sono sostenibili: l’intenzione è quella di dare seguito a questi lavori per garantire un grande futuro allo stadio Cino e Lillo Del Duca».

Infine il riferimento ad un progetto che fa già fantasticare i tifosi: «L’intenzione è quella di consegnare dei pezzettini di Curva e di storia ai nostri tifosi. Stiamo lavorando sul progetto, a breve lo lanceremo». Ma non solo: come anticipato dall’assessore Stallone, in cantiere c’è anche l’idea di creare una giornata di festa in ricordo della Curva Sud, la mamma storica di tutti i tifosi dell’Ascoli.

LA FOTOGALLERY

Fioravanti il sindaco-tifoso: «L’Ascoli sarà un simbolo di rinascita della città»


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X