Quantcast
facebook rss

Distanziamento al banco
di frutta e verdura
L’esempio al mercato di Borgo Solestà

ASCOLI - Da lunedì prossimo riaprono i mercati ambulanti. Tornano le bancarelle con regole precise sulla sicurezza. Quelli del settore alimentare, invece, non hanno mai smesso di funzionare. E c'è chi ha autonomamente pensato a tutelare la salute di tutti. I prodotti non si possono più toccare ma solo indicare al venditore
...

Da lunedì prossimo riaprono, anche ad Ascoli, i mercati ambulanti. Tornano le bancarelle con regole precise sul distanziamento. I mercati del settore alimentare, invece, non hanno mai smesso di funzionare (per fortuna). Tra questi vogliamo segnalare, nell’area del mercato di Borgo Solestà,  il banco di frutta e verdura gestito da Luca Brunori.

Perché? Pur in assenza di prescrizioni al riguardo, infatti, questo banco ha applicato, autonomamente, una misura di sicurezza che riteniamo particolarmente opportuna in questi tempi di Coronavirus con contagio sempre in agguato.

Il banco di frutta e verdura di Borgo Solesta’ con distanziamento venditore compratore

Gli acquirenti non si possono avvicinare alle cassette e toccare la merce ma devono rimanere al di là di un nastro protettivo. Circa un metro di distanziamento. In altre parole la merce, mele, pere, carciofi, bietole, eccetera,  si può guardare e scegliere ma non toccare per garantire la massima igiene.

Solo il venditore tocca i prodotti. Quella di tastare a più riprese la merce, e magari scartarla e rimetterla al suo posto, è una più che radicata abitudine in mercati e supermercati (qui c’è però il dovere del guanto).

Insomma questo bancone della frutta e verdura ha invece adottato una misure di sicurezza, a tutela della salute di tutti, sia dei venditori sia dei compratori, che dovrebbe essere fatta propria da tutti i mercati simili. Magari qualche massaia storce il naso. Ma la salute va difesa prima di tutto e in tutte le maniere possibili. Bravo Luca Brunori.

f.d.m.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X