facebook rss

C’è un terzo nuovo positivo nel Piceno:
contagiata una convivente
dei coniugi bangladesi

CORONAVIRUS - E' questo l'esito dei tamponi fatti ai contatti stretti dei due casi confermati il 7 luglio, rientrati in Italia il 17 giugno. Per ora sono tutti asintomatici. Il Sisp continua l'incessante opera di contact tracing, nella speranza di intercettarli tutti. L'aggiornamento del Gores

La terapia intensiva per Covid del “Madonna del Soccorso” durante la fase clou dell’emergenza

 

di Maria Nerina Galiè

Sono arrivati a tre i nuovi positivi al Coronavirus nel Piceno. Ai coniugi bangladesi confermati lo scorso 7 luglio, si è aggiunta una loro connazionale che vive nello stesso appartamento a San Benedetto del Tronto. Negativi invece il marito e i due figli.

E’ di oggi pomeriggio l’esito del tampone richiesto dal servizio Igiene e Sanità pubblica dell’Area Vasta 5 a tutti i conviventi (7 persone) della coppia positiva al test, richiesto dopo l’allarme internazionale scattato per i passeggeri di un volo Dacca-Roma sul quale sono stati registrati 8 casi.

Tutti coloro che rientrano in Italia da Paesi fuori dall’Accordo di Shengen hanno l‘obbligo di compilare un’autodichiarazione e denunciarsi all’autorità sanitaria che dispone per loro l’isolamento domiciliare fiduciario per due settimane.

Nel Piceno sono stati una ventina ad autodenunciarsi, direttamente o tramite il medico di famiglia, ed ora sono in quarantena.

Non è stato così per i coniugi bengalesi. Non hanno fatto l’autocertificazione. In compenso hanno assicurato di aver adottato tutte le misure precauzionali previste dalle norme anti Covid e di non essere mai usciti di casa.

La speranza che quanto dichiarato dalla coppia corrisponda a verità non ferma l’incessante opera di contact tracing del direttore del Sisp Claudio Angelini che con il suo staff sta intercettando i possibili contatti con le tre persone contagiate.

Il lavoro procede tanto che ora i casi in isolamento registrati dal Gores (vedi tabella sotto) sono arrivati a 36 e nessuno con sintomi.

L’episodio ha dato uno scossone all’intera Area Vasta 5 che poteva ormai considerarsi a basso rischio sul fronte dell’epidemia. Negli ospedali di Ascoli e in quello di San Benedetto sono stati riattivati subito i protocolli anti Covid per l’accesso al Pronto Soccorso e ai reparti. 

Nelle Marche ancora un giorno senza decessi (vedi tabella del Gores sotto).

 

Clicca per ingrandire l’immagine

Clicca per ingrandire l’immagine



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X