facebook rss

Ragazza trovata alla Sentina:
morta per annegamento,
sabato era in pizzeria con il fidanzato

SAN BENEDETTO - La conferma dall'autopsia effettuata dai medici legali Canestrari, Alessandrini e Zamparesi. Continuano senza sosta le indagini condotte da Squadra Mobile di Ascoli, dai colleghi del Commissariato di San Benedetto e dalla Guardia di Finanza

L’obitorio dell’ospedale di San Benedetto

I medici legali Sabrina Canestrari, Rossana Zampresi e Pietro Alessandrini, su incarico dalla Procura della Repubblica di Ascoli, hanno eseguito oggi, mercoledì 2 settembre, l’autopsia sul corpo della giovane donna trovata morta sulla spiaggia della Sentina a Porto d’Ascoli, domenica 30 agosto.

L’esame ha lasciato poco spazio a dubbi: la ragazza è morta per annegamento. 

Nessuna traccia ancora del fidanzato, di 40 anni, i cui documenti sono stati ritrovati all’interno dell’abitazione dove i due, cittadini della Repubblica Ceca, risiedevano per le vacanze, a Martinsicuro (Teramo).

In casa c’erano anche abiti, effetti personali e le chiavi dell’auto, parcheggiata dove l’aveva lasciata la coppia.

Dalle indagini che proseguono senza sosta, condotte da Squadra Mobile di Ascoli, dai colleghi del Commssariato di San Benedetto e dalla Guardia di Finanza, è emerso un avvistamento dei fidanzati, in una pizzeria, risalente al sabato prima che la corrente restituisse il corpo senza vita della donna. 

Tra le vare ipotesi non si può affatto escludere che i due abbiano deciso di fare il bagno dopo cena e che il mare molto mosso e la bassa (a quell’ora) temperatura dell’acqua possano essere risultati fatali per tutti e due. I due potrebbero essere entrambi morti annegati, anche se il mare ha finora restituito solo il corpo della ragazza.

Ragazza annegata alla Sentina, il fidanzato non si trova Avviate le ricerche in mare


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X