facebook rss

Piunti, messaggio agli studenti:
«Simbolo dell’Italia che reagisce»

SAN BENEDETTO - Alla vigilia del nuovo anno scolastico, il sindaco ha diffuso un messaggio nel quale incoraggia e rassicura: «L’Amministrazione farà senz’altro la sua parte»

Il sindaco Pasqualino Piunti (foto Vagnoni)

Pasqualino Piunti fa gli auguri a tutti gli studenti e le studentesse in vista del nuovo e particolarissimo anno scolastico che ormai sta per iniziare.

Dopo settimane frenetiche per la preparazione logistica e organizzativa della ripartenza, il primo cittadino di San Benedetto del Tronto, tramite un comunicato ufficiale, ha incoraggiato i ragazzi verso il primo nuovo giorno tra i banchi e ha ribadito la sua vicinanza, come istituzione, a tutto il sistema scolastico della città.

IL MESSAGGIO – «La ripartenza dell’anno scolastico non soltanto segna il riavvio, pur tra mille difficoltà ed incertezze, di un servizio cruciale per il funzionamento del sistema sociale – le prime parole di Piunti – ma è il simbolo dell’Italia che reagisce allo sconquasso provocato dalla pandemia e riorganizza le fila in vista di una fase nuova che, è la speranza di tutti, segni veramente il rilancio del Paese.

Sono convinto che in tutto il personale che lavora nella scuola vi sia questa consapevolezza: dirigenti, docenti e personale non docente sanno che l’Italia intera guarda con trepidazione al loro lavoro e per questo, nelle settimane trascorse, si sono dedicati con cura alla preparazione dell’appuntamento, anche andando oltre i loro compiti per affrontare le mille problematiche che si sono presentate.

Pasqualino Piunti (al centro) nella sua San Benedetto del Tronto

Altre certamente si manifesteranno, ma la scuola può contare su persone valide, che hanno a cuore la loro missione. Le istituzioni dovranno continuare a sostenerle con interventi rapidi e mirati, l’Amministrazione che rappresento farà senz’altro la sua parte.

Auguri anche ai bambini e ai ragazzi: dopo i mesi di didattica a distanza, anche questa ripresa delle lezioni in aula non sarà un’esperienza facile. Distanziamento, mascherine e altri accorgimenti per prevenire il contagio mal si conciliano con la naturale esuberanza dei primi anni di vita, ma anche agli alunni e agli studenti è richiesto un contributo per superare questa difficilissima pagina della storia umana – conclude il sindaco   A chi nella scuola lavora e studia arrivi, da parte mia e dell’intera comunità cittadina, un caloroso ed affettuoso “in bocca al lupo”!»

 

A.P.

RIENTRO A SCUOLA SERENO Parla la psicologa Paola Nicolini: «Gli adulti non mostrino insicurezze»

Stessi studenti ma spazi ridotti I numeri della ripartenza scolastica

Il Covid non deve correre tra i banchi di scuola, Angelini: «Responsabilità e antinfluenzale»

A scuola ai tempi del Covid: l’incertezza degli studenti

Una settimana alla riapertura, Silvia Giorgi: «Ecco come sarà la mia scuola»

Anno scolastico al via, Valentina Bellini: «Costruiamo la nuova scuola»


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X