Quantcast
facebook rss

In pieno lockdown
200 imprenditori
hanno iniziato una nuova attività

ECONOMIA - Natalità imprese e saldo iscrizioni/cessazioni: l’impatto del Covid-19 nelle Marche. Dal meno 40% di nuove attività del secondo trimestre 2020 sul 2019 al meno 14% del terzo trimestre. Saldo iscrizioni/cessazioni invece in persistente flessione
...
francesco_cittadini

Francesco Cittadini

di Francesco Cittadini

(dottore commercialista – Tartuferi & Associati)

L’osservatorio sull’imprenditorialità della Fondazione Aristide Merloni ha elaborato i dati sull’andamento del numero d’imprese messi a disposizione dalla Camera di Commercio delle Marche.

Emerge un quadro a tinte fosche.
In questa sede prenderemo in considerazione due indicatori:
• l’andamento della natalità delle imprese in senso assoluto;
• il saldo iscrizioni/cessazioni.

Il primo registra il picco negativo nel mese di aprile 2020, meno 70% rispetto ad aprile 2019 e poco più di 200 imprese iscritte. Questo dato però si presta anche ad una diversa lettura: nel momento peggiore della prima ondata, in pieno lockdown generalizzato, ci sono stati oltre duecento imprenditori che hanno deciso di iniziare la propria attività. Probabilmente in gran parte piccole imprese, probabilmente persone che si sono reinventate un lavoro: ad ogni modo una grande prova di resilienza. Di seguito (grafico Fondazione Merloni) si rappresenta l’andamento della natalità in questi ultimi mesi.

andamento_iscrizioni_2018_2020

Per quanto riguarda il saldo delle iscrizioni/cessazioni, il “Centro Studi Cciaa G. Tagliacarne” su dati Infocamere rileva per il periodo gennaio-agosto 2020 la seguente situazione.

imprese_marche-e1604749656903

 

Da notare come le Marche registrino performance decisamente peggiori del dato nazionale.

Tutto ciò effetto dell’emergenza sanitaria? In larga parte si anche perché mancano ovviamente tutte le numerose cessazioni volontarie di fine anno. Rimane utile confrontare i dati parziali del 2020 con la serie storica a partire dal 2009. In soli 8 mesi abbiamo già il secondo peggiore saldo degli ultimi 12 anni.

demografia_imprese_marche

Il tessuto imprenditoriale marchigiano oltre ad essersi progressivamente ridimensionato numericamente ha anche modificato la propria composizione per tipologia giuridica, con un accrescimento del peso delle società di capitali a discapito delle società di persone e delle imprese individuali. Questo può comunque rappresentare un fattore positivo quando legato alla crescita dimensionale delle imprese e quindi a fenomeni di aggregazione e consolidamento. Negli ultimi mesi comunque si osserva che circa un terzo delle nuove imprese sono Srl o Srl semplificate mentre le nuove ditte individuali pesano per oltre il 60%.

Anche sotto il profilo del macro-settore di attività il tessuto imprenditoriale della Regione mostra un processo di trasformazione di medio-lungo periodo. Solo quello dei servizi/commercio mostra un lieve incremento dal 2014 ad oggi.

aziende_marche_settori-e1604747820362

Nel 2020 si registrano molte iscrizioni nei settori dell’informatica, nuove tecnologie e comunicazioni. Le cancellazioni si rilevano principalmente nel manifatturiero e poi nel commercio e nella ristorazione, con un’inversione di tendenza – per questi comparti del terziario – rispetto al trend di costante incremento degli ultimi anni.

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X