Quantcast
facebook rss

Le pagelle dell’Ascoli:
Sabiri gol, ma prima i tunnel
Cavion specchio della squadra

SERIE B - Il centrocampista, esageratamente lezioso, salva la sua prova con la rete della speranza e della riscossa. Cangiano, un rientro da dimenticare. Buchel ingabbiato e impreciso. Bajic troppo solo. Bene Quaranta e Donis
...

Il micidiale interno destro con cui Sabiri firma l’1-1 al “Menti” (foto Ascoli Calcio)

di Andrea Ferretti

Leali 6,5 – Compie poche parate, ma impegnative, come quando nega a Guerra il raddoppio ad inizio ripresa dopo il regalo di Buchel.

Corbo 6 – Meglio nel secondo tempo che nel primo. E’ un centrale adattato a terzino perchè comunque meglio di Pucino e Ghazoini, per questo merita la sufficienza.

Cavion spento, come l’Ascoli (foto Ascoli Calcio)

Spendlhofer 5,5 – Si perde Meggiorini che indisturbato trafigge Leali per l’1-0. Per il resto fa la sua parte.

Quaranta 6 – Torna in campo dopo oltre un anno dall’ultima apparizione. Bada al sodo senza grosse sbavature. Non si capisce perchè per mesi sia rimasto ai margini.

Sini 5,5 – Meno attivo del solito e piuttosto impreciso in fase di impostazione. Esce per un problema muscolare.

Cavion 5 – Non entra mai in partita. Appare stanco e demotivato, non sembra lui, ma forse è lo specchio di questo Ascoli.

Buchel 5 – Lento, spesso impreciso e ingabbiato dagli avversari. E la squadra ne risente. Regala un pallone sanguinoso a Guerra nell’area piccola, ma Leali rimedia

Saric su Meggiorini (foto Ascoli Calcio)

Saric 5,5 – Il più positivo, comunque insufficiente, a centrocampo. Il che è tutto dire.

Sabiri 6,5 – Entra in partita a scoppio ritardato proponendo i suoi soliti inutili tunnel. Quando prende palla è comunque l’unico in grado di saltare l’uomo e creare problemi all’avversario. Suo l’1.1 con una punizione da cineteca.

Bajic 5 – Calcia in porta una sola volta senza impensierire nessuno. Troppo poco per l’unica punta della squadra, perennemente lasciato in pasto ai centrali avversari.

Cangiano 4,5 – Rientra dopo l’infortunio e si rivede l’anonimo esterno prima di Cremona.

Bajic, giusto l’impegno (foto Ascoli Calcio)

Donis (dall’8’st) 6 – Al posto di Cavion, entra subito in partita e vivacizza il centrocampo. Fa sentire i tacchetti e va anche due volte al tiro.

Sarzi Puttini (dal 32’st) 4,5 – Subentra a Sini per farsi anticipare da Gori di testa nell’azione del gol-partita di Padella.

Chiricò (dal 28’st) 5,5 – Rileva lo spento Cangiano dandosi da fare ma senza (ancora una volta) incidere.

Delio Rossi 6 – Nel primo tempo la squadra fatica a costruire. Meglio nella ripresa, soprattutto dopo il pareggio. L’Ascoli fa un passo avanti rispetto alla sconfitta col Cosenza, avrebbe meritato qualcosa di più, ma il penultimo posti non si schioda.

Vicenza-Ascoli 2-1, quando sembrava fatta si riapre la voragine: Picchio punito dall’ex Padella (Tutte le foto)

Ascoli, Delio Rossi: «Puniti oltre i demeriti, non siamo così peggio degli altri»

Leali e Sabiri all’unisono: «Meritavamo il pareggio, ma dobbiamo fare di più»


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X