Quantcast
facebook rss

Covid, 11 decessi in regione
di cui uno nel Piceno

EMERGENZA CORONAVIRUS – Si tratta di un 75enne di San Benedetto con patologie pregresse. Dodici in più i ricoverati, 32 i dimessi nelle Marche. L’assessore Saltamartini: «Monitoriamo la situazione, c’è una crescita dei casi sintomatici rispetto ai giorni scorsi»
...

 

gores-21-650x355

Clicca sull’immagine per visualizzare il bollettino del Servizio sanità

Undici vittime nelle Marche risultate positive al Covid, tutte avevano patologie pregresse. E’ quanto riporta l’ultimo bollettino di giornata del Servizio Sanità della Regione, in cui viene inserito anche un 75enne di San Benedetto che era ricoverato al “Madonna del Soccorso”. Nello stesso ospedale è scomparso anche un 84enne di Petriolo (Macerata).

Gli altri defunti inseriti nel bollettino dalla Regione sono un 72enne di Porto San Giorgio, una 88enne di Senigallia, una 86enne di Visso, una 84enne di Terre Roveresche, un 65enne di Castelfidardo e un 67enne di Ancona, una 86enne di Genga, un 81enne di Pesaro, una 76enne di Sant’Angelo in Vado. 

Dall’inizio della pandemia, i morti sono 1.557 (901 uomini e 656 donne): 661 in provincia di Pesaro Urbino, 363 nell’Anconetano, 265 in provincia di Macerata, 122 nel Fermano, 132 in provincia di Ascoli e 14 fuori regione. L’età media dei deceduti è di 81 anni, il 95,5 % delle vittime aveva patologie pregresse.

gores-giallo

Clicca per leggere la tabella

«Stiamo monitorando costantemente la situazione, che mostra una crescita dei casi sintomatici rispetto ai giorni scorsi -spiega l’assessore regionale alla sanità Filippo Saltamartini-. Chiedo massima attenzione e rispetto delle regole da parte di tutti. Solo continuando ad assumere comportamenti consapevoli e responsabili, possiamo contenere la pandemia in attesa che il vaccino assesti il colpo finale al virus».

La Regione fornisce inoltre alcuni dati: il tasso di occupazione regionale di posti letto Covid in terapia intensiva è del 27,7% (60 impegnati sui 216 disponibili), mentre l’area medica (infettivi e seminfettivi) registra 454 pazienti su 1.188 posti disponibili.

«Quindi sempre massima attenzione, perché l’oscillazione di questi numeri dipende inevitabilmente dagli atteggiamenti personali», conclude Saltamartini.

Venendo ai dati odierni, sono 12 i ricoverati in più (uno in intensiva, uno in semi intensiva e dieci in reparti non intensivi) e 32 i dimessi.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X