Quantcast
facebook rss

Kragl: «La vittoria del cuore»
Cangiano: «Tre punti
che valgono tanto»

SERIE B - Il tedesco timbra finalmente il cartellino con la maglia bianconera: «Il mister ci ha trasmesso forza e voglia, non mi interessa del modulo». L'attaccante al primo gol da "prof": «Finora non ero stato fortunato, abbiamo ancora tanto da tirare fuori»
...

di Salvatore Mastropietro

Con i tre punti conquistati oggi contro la Reggina il bilancio dell’Ascoli sotto la gestione Sottil sale a due vittorie ed un pareggio. Questa striscia positiva ha finalmente risollevato la squadra bianconera da una situazione al limite del drammatico, sportivamente parlando. Andrea Sottil e colui che lo ha portato in panchina al posto di Delio Rossi, ovvero il ds Ciro Polito, hanno cambiato il volto ad un gruppo che ora vede ampiamente alla portate le zone playout e salvezza.

L’esultanza di Kragl

La vittoria di oggi porta la firma di Gianmarco Cangiano ed Oliver Kragl, mandati in campo dal tecnico torinese nel corso dell’intervallo. Il laterale tedesco ha finalmente sganciato nel finale una delle sue celebri “bombe”. Questa volta, a differenza del passato, lo ha fatto usando il piede destro. Nel post partita l’ex Benevento, rientrato da pochi giorni a disposizione dopo un problema alla schiena, ha commentato il successo ai microfoni di DAZN: «Sinceramente non me l’aspettavo di segnare oggi, ma quello che mi aspettavo e che volevo era vincere la partita. Ci siamo riusciti lottando fino all’ultimo minuto. E’ stata la vittoria del cuore e della voglia di vincere. Personalmente ancora non sono al top, ma finalmente riesco ad allenarmi senza dolore. Il mister ha portato una grande voglia nello spogliatoio. Ha dato più forza a tutti, si vede da come lavora con noi durante la settimana. Ci stiamo allenando con più forza e siamo concentrati sulla situazione. Nel finale – ha continuato Kragl – il mister mi ha spostato come quinto di centrocampo perché avevamo bisogno di più peso offensivo. Prima avevo fatto il terzino, poi ho avuto più libertà di andare in avanti e sono riuscito a fare una bella azione con il piede destro. Modulo? Per me il mister può scegliere qualunque modulo, anche il 2-5-3… Quello che non deve mai mancare è la voglia di lottare su tutti i palloni».

Cangiano

Quello segnato oggi è per Gianmarco Cangiano il primo gol tra i professionisti. Grande gioia, naturalmente, anche per il classe 2001 nel post partita: «Mi sono ritrovato sulla trequarti e stavo cercando il momento giusto per colpire. C’è stata questa palla filtrante ed ho pensato solo ad andare verso la porta. Questa vittoria vale tanto. Sono tre punti che ci danno ancora più fiducia. Questa squadra ha tanta voglia di tirare fuori tutto quello che abbiamo dentro. Bilancio personale? Ho giocato tanto, ma purtroppo non ero stato fortunato sotto porta. Ogni volta provo ad aiutare la squadra e a prescindere dal minutaggio ce la metterò sempre tutta. Sottil e Polito ci hanno trasmesso una grande grinta e penso che ci abbiano aiutato tantissimo. Questa sensazione ci mancava dato che dal punto di vista delle qualità abbiamo tutto per fare bene».

Ascoli, Sottil esulta: «Vittoria pesantissima, i ragazzi mi hanno fatto un bel regalo»

L’Ascoli torna a ruggire: regala un tempo alla Reggina, poi vince 2-1 in un finale tutto cuore

Kragl: «La vittoria del cuore» Cangiano: «Tre punti che valgono tanto»


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X