Quantcast
facebook rss

Ascoli, tempo di mercato
e di rinnovi:
tanti nodi da sciogliere
per il ds Polito

SERIE B - Dopo il successo in rimonta sulla Reggina, ai bianconeri sono stati concessi cinque giorni di riposo. Nel frattempo il diesse è al lavoro per rinforzare il gruppo di Sottil. Sul tavolo anche il delicato dossier rinnovi con 9 calciatori in scadenza a giugno. Tra di loro anche i "senatori" Leali, Brosco, Cavion e Pucino
...

L’esultanza dei bianconeri contro la Reggina

di Salvatore Mastropietro

Se dopo la sconfitta di Monza qualcuno avesse affermato che nelle partite contro Empoli, Spal e Reggina l’Ascoli avrebbe conquistato sette punti su nove, in pochi ci avrebbero creduto. Invece, è proprio quello che si è verificato. Andrea Sottil è riuscito a ricompattare un gruppo apparso in precedenza spento e sfilacciato. Il nuovo allenatore è intervenuto in modo efficace sia a livello caratteriale sia a livello tecnico-tattico, con diversi calciatori finalmente messi in condizione di esprimersi al meglio dopo la confusione delle precedenti gestioni.

Dopo la vittoria tutto cuore di ieri contro la Reggina, l’Ascoli è adesso atteso da una breve sosta di qualche giorno fondamentale per recuperare energie. Il rompete le righe è scattato immediatamente dopo il fischio finale come da accordo collettivo. I bianconeri si ritroveranno in città domenica sera e riprenderanno ad allenarsi lunedì 11 gennaio. Al rientro tutto il gruppo si sottoporrà a un ciclo accurato di controlli, visite mediche, test sierologici e molecolari. Successivamente si potrà ricominciare a preparare la partita di sabato 16 gennaio contro il Cittadella.

In questi giorni di pausa l’attenzione dell’ambiente è concentrata sul tema calciomercato, iniziato ufficialmente ieri. Nonostante l’exploit avuto nel corso della breve gestione Sottil, è chiaro come l’Ascoli abbia da una parte bisogno di rinforzi in più reparti e dall’altra necessità di sfoltire una rosa non funzionale in tutti gli effettivi. Il direttore Ciro Polito si sta muovendo da diversi giorni alla ricerca dei profili giusti, sondando sia eventuali esuberi di altre società sia il mercato degli svincolati. Nonostante le diverse valutazioni effettuate, il ds campano si sta per il momento muovendo con cautela in attesa di opportunità allettanti.

Ciro Polito e Andrea Sottil a colloquio

Un altro importante dossier sul tavolo di Ciro Polito è quello relativo ai rinnovi di contratto. Nell’attuale rosa sono ben nove i calciatori col contratto in scadenza a giugno 2021: Brosco, Cavion, Gerbo, Leali, Ninkovic, Pucino, Quaranta, Scorza, Tofanari. A leggere tutti questi nomi emerge che molti di loro siano in sostanza i cosiddetti “senatori”, ovvero quelli che hanno un ruolo di primo piano all’interno dello spogliatoio e che dovrebbero guidare il resto del gruppo sia in campo che fuori. E’ chiaro che tutti questi nodi vadano sciolti al più presto se si vogliono evitare superflui ed eccessivi malumori nella rincorsa ad una difficile salvezza.

Nicola Leali e Riccardo Brosco

Leali si sta confermando uno dei migliori della categoria. Brosco, dopo un periodo di appannamento ed una cessione al Pescara apparsa a tratti probabile lo scorso settembre, sta progressivamente tornando ai suoi livelli. Pucino, per quanto abbia spesso fornito prestazioni non all’altezza, resta una figura importante nello spogliatoio. Cavion non ha mai fatto mancare il suo impegno, sebbene sia spesso apparso insofferente alle prestazioni negative della squadra. Se per i primi tre la sensazione è quella che un accordo possa essere trovato senza particolari ostacoli, per il centrocampista ex Cremonese ci sono da valutare le intenzioni del calciatore ed eventuali sirene di mercato.

Diverso il discorso, invece, per Quaranta e Tofanari, le cui situazioni potranno essere discusse anche nei prossimi mesi. Ancora più diverso il capitolo Ninkovic, che farà ritorno in Italia dopo la sosta. Il serbo ha ripreso ad allenarsi individualmente da un paio di settimane a circa due mesi dal brutto incidente, ma al suo rientro ci saranno da valutare le sue condizioni per capire se potrà essere o meno utile alla causa Ascoli.

C’è da ricordare, inoltre, come i fin qui citati giocatori siano al momento liberi di accordarsi con altre società per trasferimenti a titolo gratuito alla scadenza del proprio contratto. Il fatto di aver lasciate irrisolte queste situazioni è uno dei diversi capi d’accusa rivolti alla gestione dirigenziale dell’ultimo anno solare. Sta ora al direttore Polito cercare di districarsi tenendo anche conto del vincolo del monte ingaggi a cui deve essere naturalmente prestata attenzione.

Pagelle Ascoli: Cangiano sblocca e Kragl chiude il conto (Tutte le foto)

Serie B: Empoli primo, cade la Salernitana, record di vittorie esterne


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X