Quantcast
facebook rss

Quintana, meglio più spettatori
o figuranti?

ASCOLI - E' il dilemma a poche ore dall'annuncio del sindaco-Magnifico Messere e del Consiglio degli Anziani. Con i figuranti considerati comunque spettatori, ecco l'eventualità di utilizzare per loro anche le tribunette in ferro del lato Forte Malatesta
...

 

di Andrea Ferretti

 

Palazzo Arengo, Ascoli, ore 14,30: il sindaco-Magnifico Messere Marco Fioravanti e il Consiglio degli Anziani incontrano i caposestieri. Palazzo Arengo, Ascoli, ore 15: il sindaco-Magnifico Messere Marco Fioravanti e il Consiglio degli Anziani incontrano la stampa.

Ancora poche ore e ci siamo: vengono ufficializzate le Quintane 2021 e spiegati i dettagli su come verrà organizzata la notturna del 10 luglio, per la quale mancano meno di tre settimane.

Il copione ricalca quello del 2020, ma la sostanza stavolta è fortunatamente diversa. Un anno fa venne commesso l’autogol di far prima battibeccare i Sestieri chiamati ad esprimersi se favorevoli o contrari a fare la Quintana, poi di dare l’annuncio “la Quintana saluta e vi dà appuntamento al 2021” che poteva essere anticipato senza creare dissidi, equivoci e malumori. Acuiti, questi ultimi, dalla notizia che Foligno e Servigliano si apprestavano ad organizzare le rispettive Giostre, come poi avvenne.

Stavolta niente autorete. Molte cose sono cambiate. Il passato è alle spalle, e la Quintana guarda avanti avvalendosi stavolta della… calcolatrice per aggiungere e/o sottrarre i numeri di spettatori e figuranti che saranno presenti sabato 10 luglio al Campo dei Giochi, considerando che i figuranti sono comunque anche spettatori presenti all’interno del vecchio campo Squarcia.

Le linee guida tracciate dal Governo sono molto chiare. I “consigli” di Prefettura e Questura di Ascoli sicuramente pure. Comune e Quintana hanno recepito, e allora eccoli pronti ad annunciare le novità: prima l’anticipo ai caposestieri, poi la diffusione “urbi et orbi”.

Le soluzioni possono essere due: i figuranti seduti anche sulle tribunette in ferro del lato est (Forte Malatesta), oppure solo sui tradizionali inguardabili gradoni del lato sud. La seconda ipotesi prevede più spettatori e ovviamente un numero molto ridotto di figuranti: 25-30 per Sestieri e Gruppo Comunale, un paio per i Castelli. A rimetterci, in questo caso, sarebbe lo spettacolo. A quel punto tanto vale consegnare una cartolina ricordo della Quintana ai “fortunati” in possesso del biglietto d’ingresso i quali cosa vedrebbero oltre alla Giostra dei cavalli? Con l’utilizzo delle tribunette in ferro, invece, i figuranti potrebbero raddoppiare e sarebbe anche una bella prova generale in vista dell’edizione di agosto.

Il tutto dando per scontato che non ci saranno il corteo di andata e quello uscita dopo la Giostra per evitare assembramenti del pubblico. Per il 10 luglio sarà così. Per l’1 agosto non è detto.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X