Quantcast
facebook rss

Provincia, si insedia il nuovo consiglio
Loggi: «Vigili su post sisma e pandemia»
Progetti per scuole e strade

ASCOLI - Prima seduta dopo le elezioni di Palazzo San Filippo. Il nuovo presidente ha giurato. Approvati all’unanimità tutti i punti all’ordine del giorno. Tanti temi nel discorso di insediamento
...

Loggi coi consiglieri eletti

Si è svolta oggi, giovedì 23 dicembre, la seduta di insediamento nel nuovo Consiglio provinciale. Si è votato all’unanimità la convalida dei risultati delle elezioni tenutesi sabato scorso. Il neo presidente Sergio Loggi ha indossato la fascia azzurra e giurato, sulla formula dell’articolo 50 del Testo Unico degli Enti Locali, di osservare lealmente la Costituzione nell’esercizio delle sue funzioni.

Loggi ha iniziato il suo intervento ringraziando i numerosi sindaci e consiglieri che si sono recati a votare dimostrando, con la loro folta partecipazione, consapevolezza riguardo alle importanti funzioni che Palazzo San Filippo, eroga alla comunità locale.

Tanti i temi affrontanti nella relazione, a partire dal percorso della ricostruzione post sisma. «I comuni dell’entroterra -evidenzia Loggi – hanno infatti sofferto e soffrono ancora per il terremoto che, oltre a provocare numerose vittime, ha inferto ferite profonde alle infrastrutture, in particolare al sistema della mobilità. Su questo ambito bisogna lavorare per portare a compimento tutte le attività di ripristino».

Successivamente il presidente si è soffermato sull’importanza della rete viaria provinciale, circa 900 chilometri sui quali occorre realizzare opere di manutenzione ordinaria e straordinaria per risolvere situazioni di criticità e migliorarne la percorribilità.

«Ritengo -prosegue- che la vera forza del territorio risieda nelle numerose risorse che spaziano dalla montagna, alla collina, fino alla costa, esse costituiscono, infatti, un valore aggiunto che pochi territori hanno la fortuna di possedere ed incrementare».

Sulla tutela dell’ambiente, uno dei compiti prioritari assegnati alla Provincia, e sul tema della gestione dei rifiuti «risulta fondamentale potenziare un percorso condiviso con i sindaci sapendo anche ascoltare le voci che provengono dal territorio con l’impegno a perseguire scelte capaci di coniugare insieme salvaguardia della salute, dell’ambiente e sostenibilità economica».

Prioritario il mondo della scuola con l’annuncio che, già a partire da gennaio, il nuovo presidente incontrerà i dirigenti scolastici per ascoltare direttamente esigenze, criticità e progetti. «Le scuole – rileva Loggi – non sono infatti solo degli edifici, dei “semplici contenitori” ma rappresentano dei centri propulsori di democrazia, di saperi, di convivenza civile, sociale e culturale. È pertanto fondamentale spendere bene le risorse assegnate per realizzare un piano organico di investimenti per rendere i plessi scolastici sempre più efficienti, sicuri e funzionali».

Il presidente si è poi rivolto ai dipendenti della Provincia. «Troppo spesso – sottolinea – si dà per scontato che la vera forza di un ente è la macchina amministrativa perché, se è vero che gli amministratori hanno il compito e la responsabilità di fornire gli indirizzi politici, sono poi i dirigenti, i funzionari, i dipendenti che danno concretezza alle scelte amministrative».

Menzione poi per tutti i consiglieri eletti, a cui presto verranno assegnate le deleghe: Luciana Barlocci, Giovanni Borraccini, Isabella Bosano, Aurora Bottiglieri, Luca Cristofori, Simone De Vecchis, Stefano Novelli, Serena Silvestri, Marco Teodori e Daniele Tonelli.

«Lavoreremo insieme per rafforzare ulteriormente il ruolo della Provincia come ente di Area Vasta al servizio dei 33 comuni del Piceno – conclude Loggi -. In particolare, con i sindaci, mi rapporterò costantemente, in una prospettiva di dialogo e scambio. La Provincia farà la sua parte, insieme a tutti gli enti e le forze politiche, economiche per superare questo difficile momento caratterizzato dalla pandemia».

Successivamente il nuovo consesso ha esaminato e approvato all’unanimità tutti gli atti posti all’ordine del giorno. In primo luogo si è proceduto al rinnovo della convenzione per la gestione in forma associata dei “Servizi e Infrastrutture a rete” valendosi come dirigente dell’ingegner Antonino Colapinto.

Quindi il Consiglio ha approvato la variazione di bilancio per l’inserimento nell’atto contabile di risorse finanziarie provenienti dal Ministero dell’Università e della Ricerca e dalla Fondazione Carisap.

L’assembla consiliare ha poi votato il Bilancio consolidato per l’esercizio 2020 e il Piano di razionalizzazione delle società partecipate. Infine, l’assise ha approvato la convenzione per la gestione in forma associata del servizio di segreteria tra la Provincia, il Comune di Montegallo e il Comune di Rotella.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X