Quantcast
facebook rss

Spal-Ascoli: vittoria meritata, ed ora l’attacco alla torre di Pisa

SERIE B - A Ferrara un successo con... vista playoff. Che gioia per i 539 tifosi bianconeri sugli spalti, ma non c'è tempo per festeggiare perchè mercoledì al "Del Duca" arrivano i nerazzurri toscani
...

 

di Lino Manni

 

Vittoria con vista ai playoff. L’eurogol di Buchel, un missile anche se in questo periodo è meglio non parlare di bombe, permette all’Ascoli di cogliere una preziosa vittoria, la nona in trasferta. Dunque l’Ascoli non stecca, e porta a casa un successo meritato. Il Picchio ha cominciato bene, con diverse azioni ma mancano quelle vere, quelle per poter segnare. Si fa male il giudice di linea ed è l’occasione per registrare la squadra. Sottil, che il telecronista di Sky definisce “fumantino ed energico”, per il suo modo di comportarsi in panchina lo paragona ad Antonio Conte per la carica che ci mette e per la grinta che da nelle disposizioni ai suoi. Ci può stare: ma certo che Conte (ora trainer del Tottenham) non può permettersi il gusto di aggiustarsi il ciuffo davanti agli occhi. C’è anche il brivido del gol della Spal ma è fuorigioco e così i 539 tifosi dell’Ascoli continuano a cantare a squarciagola. Arrivano i sette i minuti di recupero a causa dell’infortunio dell’assistente dell’arbitro. Sette come il voto a Collocolo che proprio nel primo dei sette minuti appoggia in rete il delizioso assist di Saric. Guardando il gol del centrocampista bianconero ho ripensato a quando da ragazza si giocava nelle ruette di Ascoli (non c’erano le auto in sosta) e ad ogni tre corner c’era il bonus di un rigore. Si perché Collocolo, nella ripresa, ha sciupato altre due occasioni per portarsi il pallone a casa. Ma va bene così. Nei minuti finali del primo tempo quando l’arbitro Paterna estrae per la prima volta il cartellino giallo si sente un… “sei un somaro”: non ho capito da quale pulpito arrivasse. Quando ho visto Melchiorri con i capelli bianchi mi è tornato in mente quella volta che lo vidi giocare a Castel di Lama in un Truentina-Maceratese del campionato di Eccellenza. Allora aveva i capelli neri…. e io ce li avevo tutti. Bravo comunque l’attaccante di Macerata nell’occasione del pari. Dopo il balzo sul divano per il gol di Buchel, mi alzo soddisfatto. L’Ascoli ha giocato una buona partita e la vittoria non è certo un furto. Ora si pensa già alla prossima e come… buttare giù la torre di Pisa.

 

Serie B: Ascoli pronto a sfidare la capolista Pisa



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X