Quantcast
facebook rss

Presidenza Ciip, Piergallini: «Società strategica su cui la politica non può fare azzardi»

SAN BENEDETTO - Il sindaco di Grottammare non si sbilancia, ma auspica una lista unica e ritiene «necessario mantenere l'asse Ascoli-Fermo, che fino ad oggi ha sempre tenuto saldamente il polso della situazione»
...

Enrico Piergallini, sindaco di Grottammare

 

di Giuseppe Di Marco

 

Si sta chiudendo sempre di più il cerchio intorno al rinnovo del presidente della Ciip. Il comune di Grottammare non ha ancora indicato un nome ma rimarca l’importanza di mantenere in vita l’asse amministrativo Ascoli-Fermo. Un asse che ad oggi propende nettamente per la riconferma di Giacinto Alati.

«Non abbiamo ancora deciso quale nome indicare – afferma il sindaco Enrico Piergalliniin questa partita, come noto, a giocare un ruolo fondamentale sono i Comuni di Ascoli, San Benedetto e Fermo. Per quanto riguarda Grottammare, penso sia necessario mantenere l’asse Ascoli-Fermo, che fino ad oggi ha sempre tenuto saldamente il polso della situazione. Aggiungo che, per quanto ci riguarda, giudichiamo le recenti gestioni della Ciip assolutamente positive, pur con tutti i difetti che una società tanto complessa presenta sempre».

 

Parole che in un momento del genere suonano tutt’altro che neutre, soprattutto tenendo conto che Ascoli si è già espressa pro Alati, affiancandosi ai sindaci del Fermano. Va detto anche che in queste ore sono in corso trattative serrate tra Ascoli e San Benedetto per stabilire un nome comune.

 

La maggioranza della Riviera avrebbe dato mandato al sindaco Spazzafumo di mettere sul tavolo il nome di Fabio Urbinati, ma all’interno dello stesso gruppo c’è chi afferma che invece si sta procedendo alla redazione di un documento contente punti su cui Alati dovrà “lavorare” in cambio del voto.

 

Di conseguenza, se l’endorsement dei due grandi elettori dovesse indirizzarsi su Alati, la maggioranza potrebbe prendere le distanze dal primo cittadino, con ricadute imprevedibili sulla tenuta dell’amministrazione.

 

«L’importante, in ogni caso, è che si proceda con una lista unica – conclude Piergallini – bisogna infatti capire che su un tema tanto delicato e strategico la politica non può fare azzardi. E’ necessario andare uniti, pur con tutte le divisioni politiche esistenti».

 

Presidenza Ciip, Fermano compatto e Piceno spaccato: intanto Alati incassa la maggioranza

Ciip al voto, no ad Alati e no ad Agostini: questa per ora la posizione di San Benedetto

Presidenza Ciip, nell’Ascolano 20 Comuni chiedono il cambiamento: tutto in mano a San Benedetto

Ciip al voto, sindaci del Fermano pronti a sostenere Alati: ora la palla passa a San Benedetto


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X