Quantcast
facebook rss

Ciip, Umberto Pasquali pronto a uscire da San Benedetto Viva: «E’ stata una resa dei conti»

SAN BENEDETTO - Fino alla notte del 16 giugno la maggioranza sarebbe stata compatta sul nome di Fabio Urbinati in una lista a parte. Ma Pasquali disegna un affresco da «resa dei conti» dentro Italia Viva
...

Umberto Pasquali, consigliere di San Benedetto Viva

 

di Giuseppe Di Marco

 

Umberto Pasquali, membro di San Benedetto Viva, vuota il sacco sulla vicenda delle nomine nella Ciip. Secondo il socialista, la scelta di Gianluca Pompei sarebbe stata effettuata in separata sede da altri membri della lista, in pieno contrasto con quanto deciso dalla maggioranza, che aveva invece scelto Fabio Urbinati.

 

«Quando abbiamo capito che Urbinati non avrebbe avuto i numeri per diventare presidente ci siamo trovati di fronte ad un bivio – spiega Pasquali – puntare lo stesso su Urbinati come nome di punta di una lista in contrapposizione a Giacinto Alati, oppure appoggiare Alati proponendo Urbinati come semplice membro del cda. Io era per quest’ultima strada perché in caso contrario avremmo perso tutto. Ma ero in minoranza, e quindi nella sera del 16 giugno si è deciso di puntare su Urbinati in una lista a parte».

 

«Dopodiché, nella prima mattina del 17 giugno, questa posizione è stata ribaltata – afferma il socialista – sono arrivate telefonate da altri membri di San Benedetto Viva in cui si comunicava che la decisione presa dalla lista era tutt’altra, ovvero candidare Gianluca Pompei nella lista unica di Alati».

 

Secondo questa ricostruzione, a non volere Urbinati sarebbe stato Giorgio De Vecchis, capogruppo di San Benedetto Viva e storico avversario di Urbinati in battaglie come quella sull’ospedale nel Piceno.

 

«E’ stata tutta una resa dei conti dentro Italia Viva, sin dall’inizio – continua Pasquali – considerando che inizialmente era anche stato avanzato il nome di Alfredo Spinozzi. Per me, a questo punto, risulta difficoltoso rimanere in San Benedetto Viva: la settimana prossima avrò un incontro con il sindaco e vedremo il da farsi».

 

Pasquali amplia il discorso sulla tenuta della maggioranza. «Non avendo un sindaco esperto, sapevamo che questo sarebbe stato il dazio da pagare – conclude il consigliere – Quando esci da San Benedetto trovi la politica, ma d’ora in avanti procederemo spediti verso i nostri obiettivi».

 

Presidente Ciip, i giochi sono fatti: ecco il nuovo Consiglio d’Amministrazione


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X