Quantcast
facebook rss

Italexit in campo per le politiche: Olivieri e Rastelli correranno nel collegio Fermo-Ascoli

ELEZIONI - Italexit, la formazione creata da Gianluigi Paragone, sarà della partita alle prossime politiche. Nelle Marche la formazione è pronta a mettere in campo alcuni nomi di peso come il coordinatore provinciale di Fermo ed Ascoli, Guido Olivieri e Daniela Rastelli. Candidatura nel pesarese per il leader dei portuali triestini Stefano Puzzer
...

 

di Sandro Renzi

 

Guido Olivieri, vigile del fuoco originario di Grottammare, e l’imprenditrice sambenedettese Daniela Rastelli, sono i candidati di Italexit alla Camera dei Deputati nel collegio Fermo-Ascoli Piceno.

Il primo è anche coordinatore provinciale Ascoli-Fermo del partito a cui ha dato vita il senatore ex M5S, Gianluigi Paragone, nel 2020. «Nelle Marche abbiamo già raggiunto la soglia minima delle firme necessarie e complessivamente abbiamo superato il quorum per partecipare alla competizione elettorale» conferma Olivieri. Italexit, dunque, sarà della partita ma la raccolta firme non si arresta. L’obiettivo infatti è blindare il quorum stesso ed evitare intoppi burocratici che potrebbero determinare l’esclusione del partito dalla campagna elettorale. Altro risultato raggiunto ed anzi, superato, quello relativo alle quote rosa nella composizione delle liste. Raggiunta infatti la soglia del 50%.

 

Come noto le Marche avranno a disposizione solo 15 posti tra Camera e Senato (prima ne erano 24), frutto del taglio dei parlamentari da 945 a 600. Per la Camera dei Deputati la regione è inclusa in un’unica circoscrizione elettorale che comprende le 5 province, per un totale di 10 seggi. Di questi, 4 in altrettanti collegi uninominali (Ascoli-Fermo, Macerata, Pesaro ed Ancona) e 6 attribuiti con metodo proporzionale. Cinque invece gli scranni in Senato riservati alle Marche. Due arriveranno da altrettanti collegi uninominali (Macerata-Ascoli-Fermo e Pesaro-Ancona) e gli altri “ricavati” da un collegio plurinominale che coincide con tutto il territorio regionale.

 

«Nel Pesarese Italexit ha scelto di candidare  Stefano Puzzer, leader della protesta dei lavoratori portuali di Trieste» svela Oliveri. Per il Senato, la formazione di Paragone ha infine indicato Vincenzo Ballatori di Ascoli, come supplente per il collegio del sud delle Marche. In campo dovrebbe esserci anche il coordinatore regionale Massimo Gianageli.

 

«Gli italiani si meritano un’Italia forte, libera e indipendente, che recuperi la propria sovranità e sia di nuovo capace di autodeterminarsi. Di fronte al fallimento del neoliberismo e della globalizzazione sfrenata, ora più che mai è necessario un radicale cambio di paradigma. C’è da cancellare gli effetti nefasti degli ultimi trent’anni di politiche antipopolari e ricostruire una società all’insegna dei diritti e dei valori della nostra Costituzione. Queste sono le nostre parole d’ordine per un’Italia che si desti dal torpore e sappia affrontare le sfide dei tempi a venire» si legge nel sito web del partito.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X