facebook rss

Quintana, un nubifragio manda tutti casa: niente “Sestieri all’erta”

ASCOLI - Annullata la manifestazione che avrebbe dovuto dare il via alla stagione quintanara 2023. Le previsioni meteo erano chiare con largo anticipo, ma si è tentato fino all'ultimo. Organizzatori, nuove leve e vecchi quintanari alla fine si sono dovuti arrendere alla pioggia che ha trasformato le strade in torrenti
...

 

di Andrea Ferretti

 

Primo step della Quintana e primo rinvio. Che è poi diventato annullamento. Oggi, sabato 10 giugno, doveva essere il giorno del decollo con “Sestieri all’erta” ma il nubifragio (per chi storce il naso quando si usa il termine “bomba d’acqua”) che si è abbattuto nel pomeriggio su Ascoli, e non solo, ha mandato tutti a casa. O meglio, ha mandato a casa quelli che avevano già raggiunto Piazza Arringo dove avrebbe dovuto svolgersi la manifestazione. Molti altri sono stati impossibilitati addirittura a mettere lo zampino fuori dall’uscio di casa con le strade trasformate in torrenti.

 

Il rinvio – o annullamento come è stato poi deciso – poteva essere decretato con largo anticipo viste le previsioni meteo note da giorni, ma così non è stato, e alla fine è stato il Padre Eterno a mettere tutti d’accordo. Si è sperato fino all’ultimo di potercela fare. Amen. Ci saranno sicuramente altre occasioni per dare spazio alle nuove leve della Quintana – sbandieratori e musici cosiddetti under – e magari anche a quei vecchi quintanari (gli over) che la prossima volta non avranno l’urgenza di scappar via prima possibile per poter seguire in tv la finale di Champions.

 

Oggi erano previste anche una esibizione di arcieri e l’estrazione dell’ordine di esibizione per le gare sbandieratori dell’1 e 2 luglio. Arcieri tutti a casa fino alle gare del 26 luglio. Estrazione invece rinviata a sabato 1 luglio (ore 11) quando in Pinacoteca verrà anche presentato il Palio che andrà al Sestiere vincitore.

 

“Sestieri all’erta” 2023 ha avuto una gestazione complicata fin dall’inizio, e questo finale bagnato è forse la logica conclusione. Se verrà recuperata, la manifestazione va messa in piedi sulla falsariga delle prime edizioni. Se poi il rinvio dovesse diventare annullamento, ci sarà invece un anno di tempo per architettarla come merita.


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X