Quantcast
facebook rss

Quintana, Porta Solestà lancia il corso di formazione “Ascoltiamoci”

ASCOLI - E' dedicato ai sestieranti gialloblù per conoscere il passato, per porre l'attenzione al presente e per essere pronti per il futuro. Da gennaio quattro incontri a cadenza bisettimanale nella sede di Sestiere
...

Da destra: il console di Porta Solestà Patrizio Zunica, il caposestiere Attilio Lattanzi, il cavaliere gialloblù Luca Innocenzi, il Palio vinto ad agosto

 

Un corso di formazione per insegnare ai giovani (e non solo), le prime nozioni ritenute indispensabili per conoscere la vita e la gestione del sestiere. “Ascoltiamoci”, è il titolo del progetto sperimentale del Sestiere di Porta Solestà. Quando si parla di Quintana, molto spesso l’argomento è la difficoltà che incontrano i sestieri nel selezionare dirigenze all’altezza, difficoltà che rischiano di diventare crescenti in futuro.

 

Fino ad ora sono state le esperienze ereditate, quelle vissute in prima persona e la pratica, a sviluppare le competenze di chi nel corso della storia ha fatto parte del Comitato gialloblù. «E’ arrivata l’ora – sostiene il caposestiere Attilio Lattanzi – di consentire ai più giovani di partire da una buona base teorica: conoscere meglio i valori fondanti del nostro sestiere, ma anche la documentazione ufficiale, il regolamento di sfilata, gli adempimenti necessari per la giostra, la gestione della sede e tanto altro».

 

Il corso sarà riservato ai solestanti che hanno più di 16 anni. Quattro incontri a cadenza bisettimanale che si terranno nella sede del Sestiere a partire da gennaio 2023.

 

“Ascoltiamoci, progetto di formazione: conoscere il passato, attenzione al presente, pronti per il futuro”, questo il titolo completo. Nel primo appuntamento il tema sarà “Cos’è il sestiere di Porta Solestà e come funziona: statuto, atto costitutivo e bilancio”. Nel secondo si parlerà di “Organizzazione della Quintana: corteo, costumistica e regolamento di sfilata”. Il terzo riguarderà “La Giostra: aspetti pratici e adempimenti”. Infine il quarto incontro: “Aspetti gestionali della sede: organizzazione e adempimenti legislativi rispetto alle attività sociali e collaterali; gestione della comunicazione e dei social”.

 

A tenere il corso saranno esperti dirigenti di sestiere e professionisti di vari settori. «Siamo orgogliosi di questa nuova iniziativa che ha doppio valore: sociale e quintanaro – conclude Lattanzi – Al tempo stesso siamo curiosi di verificare quanti saranno gli interessati. Se le adesioni saranno maggiori del previsto, non avremo problemi a replicare l’iniziativa anche nei mesi seguenti».




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X