Quantcast
facebook rss

Rispetto delle regole,
il sindaco Fioravanti:
«Bene le segnalazioni ma senza scontri»
Portatori di handicap, attività a distanza

EMERGENZA CORONAVIRUS - Il primo cittadino di Ascoli annuncia l'avvio della modalità "agile", da parte della Cooperativa Pagefha, per continuare a sostenere le famiglie nonostante l'emergenza Coronavirus. In vista dei tamponi a tappeto che si effettueranno sulle categorie a rischio, sarà allargato il Coc
...

Il sindaco di Ascoli Marco Fioravanti e l’assessore Massimiliano Brugni (Foto Vagnoni)

«Vanno bene le segnalazioni ma non bisogna dare la caccia alle persone che non rispettano la prescrizione di rimanere a casa e di non andare in giro. No ad un clima di scontro. Ci pensano le forze dell’ordine a far rispettare le regole». Così ha esordito il sindaco di Ascoli Marco Fioravanti, nel suo report serale sulla situazione Coronavirus,  per evitare possibili tensioni tra i cittadini e ribadito la parola d’ordine: rispetto delle regole e collaborazione. Fioravanti ha anche annunciato l’allargamento del Coc (Centro operativo comunale) per una migliore gestione della logistica soprattutto in vista, da lunedì prossimo, del via ai tamponi di massa tra le categorie più a rischio.

Il primo cittadino ha ricordato anche che dalla prossima settimana saranno riconvertiti in modalità “agile” i servizi a favore dei portatori di handicap che erano stati sospesi a causa dell’emergenza Coronavirus. «Grazie al lavoro congiunto con l’assessore ai servizi sociali Massimiliano Brugni – ha affermato – diamo una risposta concreta a tutte le famiglie che stanno affrontando questo periodo difficile. Ringrazio gli educatori e gli assistenti della Cooperativa Pagefha che svolgeranno le attività a distanza: in questo modo garantiamo un valido sostegno alle famiglie per le esigenze educative dei loro figli».

Sull’argomento, l’assessore Brugni aveva spiegato: «I servizi a distanza saranno declinati in attività educative di carattere ludico e didattico proposte dagli operatori tramite chat room, videoconferenze e tutorial. L’obiettivo è quello di incrementare l’autonomia degli utenti, fornendo al tempo stesso un valido sostegno alle famiglie per far fronte alle esigenze educative dei loro figli».

Continuano le donazioni ad Area Vasta 5. Il sindaco questa sera ha ringraziano la famiglia Santarelli che attraverso la ditta “Inergia” ha donato 10.000 mascherine agli ospedali e la ditta “Edi Group” dei fratelli Di Stefano che ha messo a disposizione 2.000 mascherine.

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X