Quantcast
facebook rss

Una struttura per i tamponi
nel piazzale dello stadio
“Riviera delle Palme”

EMERGENZA CORONAVIRUS - Presto la soluzione a San Benedetto. Il sindaco Piunti: «Prima di comunicarlo ad Area Vasta 5, l'ho condivisa con il presidente della Samb, Fedeli, rappresentanti di minoranza e maggioranza consiliare, comitati di quartiere e comitato a difesa dell’ospedale»
...

L’esterno dello stadio di San Benedetto

Una struttura per l’esecuzione di tamponi a personale, a partire da personale ospedaliero al momento non operativo, sorgerà nelle prossime ore in un’area circostante lo stadio “Riviera delle Palme” di San Benedetto.

Il sindaco Piunti (a destra) con il presidente della Samb, Fedeli, allo stadio

«Dopo che diversi rappresentanti di categorie a rischio mi hanno rappresentato la necessità che si intervenga subito con un monitoraggio capillare – dice il sindaco Pasqualino Piunti – ho contattato il direttore generale di Area Vasta 5, Cesare Milani, per capire come poter dare una risposta ad un problema che effettivamente si sta rivelando determinante in queste ore nell’intero Paese. Vista la difficoltà di utilizzare le strutture realizzate dinanzi all’ospedale ,che già devono reggere il flusso di pazienti e personale sanitario, con i tecnici comunali del settore lavori pubblici e il responsabile della Protezione Civile abbiamo individuato il parcheggio dello stadio come spazio, tecnicamente definito di ammassamento, dove far installare una struttura mobile preposta ad accogliere i soggetti che saranno chiamati ad effettuare il tampone. Stiamo parlando – spiega Piunti – di dipendenti amministrativi dell’Asur, operatori delle forze dell’ordine, personale di aziende che svolgono servizi essenziali e che stanno continuando a lavorare come dipendenti di supermercati, farmacie e tabaccherie. Prima di comunicare ad Area Vasta la soluzione individuata – conclude il sindaco – ho voluto condividerla con il presidente della Samb, Franco Fedeli, rappresentanti di minoranza e maggioranza consiliare, i comitati di quartiere e il comitato a difesa dell’ospedale. Tutti hanno condiviso la bontà della scelta».




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X