Quantcast
facebook rss

Nuovo ospedale da campo,
verso l’ok per Grottammare
L’area ex “Anima” appare la più idonea

EMERGENZA - Si attende da un momento all'altro il via libera dal team di Guido Bertolaso incaricato dal presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli. Il sindaco di Comunanza Alvaro Cesaroni propone una struttura sanitaria nuova, pronta, a Campofilone. Ma i tecnici preferiscono costruire ex novo per abbattere i tempi
...

 

Anna Casini, Luca Ceriscioli e Cesare Milani

di Franco De Marco

Ancora non c’è il via libera sull’area scelta per la costruzione dell’ospedale da campo, 80 posti letto di terapia intensiva per i malati di Codvid 19, al servizio del sud delle Marche. Ma la “pratica” sta andando avanti.  Il direttore dell’Area vasta 5, Cesare Milani, ha consegnato la documentazione richiesta. Ora si attende la valutazione tecnica che dovrebbe giungere al più presto. L’area con le caratteristiche più appropriate, in base alle indicazioni fornite dai tecnici, è quella di Grottammare, di proprietà della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, che l’ha già messa a disposizione, e dove doveva essere realizzata la famosa struttura “Anima” poi annullata. E’ quella che appare la più idonea. Vicina allo svincolo dell’autostrada, facilmente raggiungibile, e anche vicina all’ospedale “Madonna del Soccorso” di San Benedetto che come noto è stato destinato ad ospitare solo malati Covid 19.

Per la realizzazione di questo nuovo ospedale da campo, con moduli prefabbricati, il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli ha chiesto la consulenza dell’ex capo della Protezione civile Guido Bertolaso il quale purtroppo è stato colpito anche lui dal Coronavirus. Ma c’è il suo team a seguire la pratica sia per il nuovo ospedale che deve nascere ad Ancona, 100 posti di terapia intensiva, sia per quello al servizio del sud delle Marche con 80 posti. Un primo modulo di 25 posti dovrebbe essere a disposizione addirittura entro una quindicina di giorni. Naturalmente tutti si augurano che non ci sia bisogno di utilizzare questo ospedale da campo perché significherebbe che i posti al “Madonna del Soccorso” non sono più sufficienti. Però bisogna cautelarsi.

Il sindaco di Comunanza Alvaro Cesaroni

Sul tema ospedale da campo per il sud delle Marche ha fatto oggi una proposta il sindaco di Comunanza Alvaro Cesaroni. «Segnalo – afferma sulla sua pagina Facebook – che nella Val d’Aso, a Campofilone, c’è una struttura sanitaria nuova, terminata, vuota, di 100 posti letto. La visita di Guido Bertolaso nella nostra regione si è limitata a sopralluoghi su Ancona e dintorni. Quindi molte opportunità non sono state valutate. Forse è sfuggito il caso ma possiamo recuperare in fretta. E’ tutto pronto. Presidente Luca Ceriscioli e Guido Bertolaso, la soluzione esiste, andate a vedere».

Enrico Piergallini, sindaco di Grottammare.

Una proposta, però, da quanto emerge, destinata a rimanere solo sulla carta. Per questioni tecniche, infatti, si preferisce, secondo quanto trapela, una struttura modulare da realizzare ex novo pavimento compreso. Un edificio già esistente, in sostanza, non sarebbe adatto alla luce della scelta tecnica individuata. In altre parole, si avrebbero tempi più rapidi con un edificio ex novo piuttosto che con uno vecchio da adeguare.

Intervistata dal giornalista Remo Croci, il vice presidente della Regione Anna Casini ha voluto ringraziare i sindaci del Piceno, ovvero Enrico Piergallini di Grottammare, Pasqualino Piunti di San Benedetto e Sergio Loggi di Monteprandone, per la loro generosità e disponibilità difronte alla richiesta di un’area dove poter realizzare l’opera. Struttura comunque provvisoria, derivante da una stringente necessità, da tenere pronta nel malaugurato caso di una escalation di malati gravi da Coronavirus.



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X