Quantcast
facebook rss

Sant’Angelo Magno, si cercano i fondi
Scoperto un nuovo dipinto
Conte risponde alla signora Luciana

ASCOLI - L'edificio necessita di importanti interventi strutturali per cui occorrono oltre 1 milione di euro. Il professor Papetti: «Il Comune ha segnalato la chiesa al Ministero. Prima dei lavori ci sarà un'indagine archeologica. Le opere d'arte mobili restaurate e conservato al Forte Malatesta». Nel frattempo la "portavoce" della Piazzarola ha scritto al Presidente del Consiglio
...

L’ingresso chiuso della chiesa

di Luca Capponi

«Per la chiesa di Sant’Angelo Magno parliamo di un intervento importante soprattutto a livello strutturale, che si aggira sui 1.200.000 euro. La parte della facciata ove si era agito nel 2009, dopo il terremoto de L’Aquila, ha retto, ma i problemi adesso sono altri. Di sicuro prima dei lavori partirà un’indagine archeologica nella parte sottostante, al fine di valutare la presenza di eventuali reperti di epoca preromana nella stessa zona ove altre testimonianze rinvenute fanno pensare a un insediamento abitativo di origine picena».

Stefano Papetti (Foto Vagnoni)

Tocca al professor Stefano Papetti, docente di Museologia e Restauro presso l’Università di Camerino ma soprattutto curatore scientifico delle Collezioni Comunali, fare il punto sulla situazione relativa alla magnifica chiesa posta nel quartiere della Piazzarola. Una gemma di assoluto valore chiusa dopo gli eventi sismici di quattro anni fa.

«Purtroppo la cifra è alta e l’obiettivo è reperire i fondi necessari – continua – la novità è che il Comune ha segnalato Sant’Angelo Magno al Ministero, inserendola tra i monumenti che hanno necessità di immediato intervento».

La signora Luciana davanti a Sant’Angelo Magno

L’ultimo sopralluogo del nuovo soprintendente ai beni culturali, Marta Mazza, è avvenuto a dicembre. Proprio in quell’occasione si è deciso di cogliere l’opportunità ed abbinare l’indagine archeologica ai lavori che riguarderanno le parti più importanti della struttura dell’edificio.

Per quanto riguarda invece le opere d’arte, è ancora Papetti ad annunciare alcune novità. «Dipinti, pale d’altare e tutte le opere mobili sono state messe in sicurezza e restaurate presso il Forte Malatesta -spiega-. Proprio durante questo passaggio abbiamo scoperto un dipinto del pittore seicentesco Giacinto Brandi che finora era rimasto inedito».

Nel frattempo gli abitanti della Piazzarola continuano a farsi sentire, attraverso la “portavoce” Domenica Luciani, meglio nota come Luciana. Dopo avere scritto al ministro Franceschini, e aver ricevuto risposta, stessa sorte è toccata al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, a cui l’arzilla signora, 90 anni appena compiuti, si è rivolta per ottenere aiuto su quello che è un simbolo a cui soprattutto gli anziani del quartiere sono molto legati.

Ebbene anche in questo caso la risposta non si è fatta attendere. Conte si è complimentato con Luciana specificando però che la Preisidenza del Consiglio non può assegnare somme di denaro a sostegno di opere del genere. Di sicuro c’è che la signora Luciana non si ferma qui, e tra firme raccolte e colloqui con i rappresentanti delle istituzioni sta già pensando a chi inviare la prossima missiva.

La risposta di Conte

 

 

Chiesa di Sant’Angelo Magno, chiesto un milione per il recupero

 

Sant’Angelo Magno, il monumento dimenticato: «Salvate la nostra chiesa»

«Salvate Sant’Angelo Magno» I “custodi” della Piazzarola non mollano: raccolte oltre 500 firme

Sant’Angelo Magno, 1 milione per i lavori Il ministro Franceschini risponde alla lettera della signora Domenica

Chiesa di Sant’Angelo Magno, la domanda sorge spontanea: che ci fa la cuspide in giardino?

 

Sant’Angelo Magno, il Lions Club restaura il dipinto danneggiato dal sisma

 

“I luoghi del cuore” del Fai, Sant’Angelo Magno terzo nelle Marche Per l’Eremo di San Giorgio solo 449 voti

 

Post sisma e chiese del Comune Castelli chiede chiarimenti sui tempi

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X