Quantcast
facebook rss

Ascoli, è scontro
fra Ardemagni e Pulcinelli:
«Ci vedremo in tribunale»
L’ex capitano
definito “mercenario”

SERIE B - Periodo legalmente agitato. Prima la polemica con il giornalista Pedullà, ora quella con l’attaccante ceduto al Frosinone. Non c’è pace mediatica per il club bianconero
...

Scintille fra Massimo Pulcinelli, maggior azionista dell’Ascoli Calcio, e Matteo Ardemagni, ex centravanti e capitano dei bianconeri ceduto a gennaio al Frosinone in cambio di Trotta. Una storia davvero antipatica, di cui si poteva fare a meno, che finirà in tribunale poiché Ardemagni sostiene di essere stato offeso da quelle dichiarazioni e ha già dato mandato al suo avvocato di tutelarne l’onorabilità. Ma cosa è successo?

Patron Pulcinelli

Nel corso di una diretta Facebook sulla pagina “Gli avvocati del diavolo” Pulcinelli ha definito “mercenario” il suo ex capitano il quale, secondo la sua versione, a gennaio ha chiesto il rinnovo del contratto pur avendone ancora in essere uno di un altro anno e mezzo.

Ardemagni, il giorno dopo tramite Instagram ha replicato duramente: «Ad Ascoli ho dato tutto me stesso, come sempre fatto in carriera, arrivando anche a subire gravi infortuni per la troppa voglia di aiutare la squadra. Quanto alle dichiarazioni lesive della mia immagine, nelle quali il signor Pulcinelli mi definisce “mercenario”, credo si commentino da sole. Ci tengo solo a comunicare che ho già dato mandato al mio avvocato di fiducia Luigi Carvelli per iniziare un’azione legale di risarcimento danni».

Ardemagni

«I fatti sono evidenti a tutti: era il nostro capitano, ci ha lasciati per un contratto di un anno in più, pur andando in una squadra che per ora lo ha sempre lasciato in panchina» ha replicato Pulcinelli sul sito di Gianluca Di Marzio. Il patron bianconero ha inoltre pubblicato via social la definizione da vocabolario della parola mercenario: “Di chi svolge un’attività al solo scopo di trarne guadagno”.

È un periodo certamente agitato quello attraversato dall’Ascoli Calcio. Prima lo scontro con Stellone in seguito al suo esonero (poi rientrato con un accordo tra le parti) poi la dura polemica a distanza del patron Pulcinelli con il giornalista televisivo Alfredo Pedullà in merito alle ipotesi di cessione della società, infine questa ultima con l’ex capitano Ardemagni. Non sarebbe ora di farla finita e parlare solo di quel che è necessario per l’Ascoli nel finale di campionato?

Bru.Fer.

Ascoli Calcio e Stellone ai ferri corti: mancanza di buonsenso, danno d’immagine per entrambi

Caso Stellone, la replica di Pulcinelli: «Il Covid-19 stravolge tutto, io faccio l’interesse dell’Ascoli»

Ascoli in vendita? Pulcinelli chiude il dubbio sul nascere


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X