Quantcast
facebook rss

L’Ascoli rigenerato di Sottil
alla prova Reggina
nel primo impegno del 2021

SERIE B - I bianconeri vogliono continuare la striscia positiva iniziata con Spal e Empoli per abbandonare l'ultimo posto in classifica. Al "Del Duca" arrivano gli amaranto, reduci da due vittorie consecutive dopo un periodo complicato. Sottil conferma il 4-3-1-2 con Chiricò e Bajic in avanti. Recuperati Sini e Kragl, non ce la fa Saric. Baroni avverte i suoi: «Avremo di fronte un avversario in fiducia». Arbitra Ghersini, il via alle 17
...

di Salvatore Mastropietro

Numeri alla mano, il 2020 dell’Ascoli non è stato granché, per usare un eufemismo. Si spera che il 2021 possa avere un sapore più positivo, ma la prospettiva di lungo periodo non può appartenere per il momento all’ambiente bianconero. Per il Picchio, ultimo in classifica ma in netta ripresa con l’avvento in panchina di Andrea Sottil, la corsa verso l’obiettivo salvezza riprenderà domani, lunedì 4 gennaio alle ore 17, contro la Reggina allo stadio “Del Duca”.

L’Ascoli nella trasferta di Empoli

Dopo due sfide contro due avversari di livello come Spal ed Empoli, i bianconeri si troveranno di fronte un avversario tutto sommato abbordabile, ma guidato da un allenatore di spessore come Baroni e reduce da due successi consecutivi. In palio ci sono punti molto pesanti che gli uomini di Sottil vogliono conquistare a tutti i costi visto il buon momento a livello fisico e mentale.

Per l’Ascoli ci sarà da sfatare il tabù delle prime partite dell’anno, tradizionalmente risultate ostiche nel corso della propria storia. Così come ostico è solitamente anche l’avversario Reggina, che nei 12 precedenti nell’impianto ascolano è riuscita a strappare 4 pareggi e 4 vittorie. Una partita da non sbagliare e non sottovalutare, dunque, in cui i bianconeri sono chiamati a mettere in campo lo stesso spirito e la stessa carica agonistica degli ultimi due impegni. Un risultato positivo sarebbe fondamentare per affrontare la mini-sosta di circa dieci giorni che attende la Serie B con un minimo di serenità in più.

Andrea Sottil

QUI ASCOLI – Andrea Sottil in sede di presentazione non ha usato mezzi termini. Nonostante le ottime impressioni delle ultime due partite, la classifica continua a piangere e bisogna tirarsi al più presto fuori dalle sabbie mobili. L’obiettivo per domani deve essere quello della vittoria. Per farlo il tecnico piemontese, che proprio domani festeggerà il suo 47° compleanno, continuerà ad affidarsi al 4-3-1-2 che ha garantito finora efficacia e compattezza sui due lati del campo.

Il capitano Riccardo Brosco guiderà la difesa

Sottil può sorridere per i recuperi di Simone Sini ed Oliver Kragl, che garantiranno finalmente soluzioni sulla fascia sinistra difensiva. Il primo è in vantaggio sul secondo per quanto riguarda la partenza dal primo minuto, mentre sulla fascia opposta il ballotaggio è a tre tra Pucino, Corbo e Tofanari (con il primo in vantaggio). Come coppia centrale verrà confermata nuovamente quella tra Brosco e Quaranta. A centrocampo c’è da fare i conti con l’indisponibilità di Saric, che non ha recuperato dal problema muscolare che lo aveva costretto ad abbandonare il campo nel primo tempo in quel di Empoli. Al suo posto dovrebbe vedersi Gerbo al fianco di Buchel e Cavion. In avanti sarà Sabiri ad agire alle spalle di Bajic, non al meglio visti i tanti impegni ravvicinati, e Chiricò.

In tutto sono 24 i calciatori a disposizione di mister Andrea Sottil per la sfida di domani con la Reggina: Leali, Ndiaye, Sarr, Avlonitis, Brosco, Corbo, Kragl, Pucino, Quaranta, Sini, Tofanari, Buchel, Cavion, Donis, Eramo, Gerbo, Lico, Sabiri, Bajic, Cangiano, Chiricò, Pierini, Tupta, Vellios. Sono cinque, invece, gli indisponibili: Ghazoini, Mallè, Saric, Sarzi Puttini, Spendlhofer.

QUI REGGINA – Le due vittorie consecutive contro Reggiana e Cremonese hanno riportato un buon grado di serenità in casa Reggina. La formazione amaranto, dopo alcune settimane passate in piena zona playout, si trova adesso a quota 17 punti con due lunghezze di margine sulla zona calda. I calabresi si sono risollevati grazie all’approdo sulla panchina di Marco Baroni al posto di Domenico Toscano, che era stato tra gli artefici della vittoria dello scorso campionato di Serie C.

Marco Baroni

Il tecnico fiorentino ha messo in guardia i suoi dalle insidie della partita di domani: «Andremo ad affrontare una buona squadra che ha trovato fiducia grazie ai risultati. Stanno bene e quindi dovremo fare attenzione. In questo campionato partite facili non ci sono, dunque credo che sarà un impegno complicato anche per loro. Noi abbiamo cercato di recuperare al massimo, abbiamo qualche assenza ma sono convinto che siamo pronti. Sto valutando le varie alternative tra cui l’impiego di Denis, ma aldilà di chi andrà in campo sarà importante non sbagliare prestazione».

Due gli ex di turno più in vista nella rosa amaranto: il portiere Guarna ed il fantasista Bellomo. Baroni deve fare i conti con diversi indisponibili, tra cui spiccano Lafferty e Menez. In tutto sono 22 i calciatori convocati per la trasferta del “Del Duca”: Farroni, Guarna, Plizzari, Cionek, Delprato, Di Chiara, Liotti, Loiacono, Peli, Rolando, Stavropoulos, Bianchi, Crisetig, De Rose, Folorusho, Mastour, Rivas, Situm, Bellomo, Charpentier, Denis, Vasic.

LE PROBABILI FORMAZIONI

ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Pucino, Brosco, Quaranta, Sini; Cavion, Buchel, Gerbo; Sabiri; Chiricò, Bajic. Allenatore: Sottil.

REGGINA (4-2-3-1): Guarna; Del Prato, Loiacono, Stavropoulos, Di Chiara; Bianchi, Crisetig; Situm, Folorunsho, Liotti; Rivas. Allenatore: Baroni.

Arbitro: Ghersini di Genova (assistenti Nuzzi e Annaloro, quarto ufficiale Fourneau).

Stadio: Del Duca, ore 17.

Ascoli, Sottil suona la carica: «Contro la Reggina partita da vincere»

L’Ascoli e le prime partite dell’anno: un tabù da sfatare

Ascoli, Sottil ritrova Kragl e Pulcinelli tuona per la multa a Chiricò

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X