Quantcast
facebook rss

«Zona gialla rafforzata per le Marche
Screening, isolate 3/4mila persone»
E Acquaroli fa il bilancio
dei primi 100 giorni

REGIONE – Pandemia e sisma al centro dell’azione della giunta: aiuti alle imprese in crisi, gestione dell’emergenza sanitaria e velocizzazione delle pratiche sul terremoto. Il governatore: «Nella lettera al ministro Speranza ho chiesto maggiore operatività per le attività commerciali durante la settimana». L’assessora Latini, dopo le polemiche sul tema dell’aborto, annuncia una legge
...
giunta-regionale

La giunta regionale al completo durante la conferenza stampa di questo pomeriggio

di Martina Marinangeli 

«Nella lettera inviata al ministro Speranza, ho proposto di introdurre delle ordinanze da parte della Regione con ipotesi di giallo rafforzato, così da consentire una maggiore operatività alle attività economiche durante la settimana, ma poi nel weekend, quando il rischio di assembramenti è più elevato, si può arrivare a delle restrizioni da parte della Regione».

Lo fa sapere il governatore Francesco Acquaroli, durante la conferenza pomeridiana in cui, affiancato dalla sua squadra di giunta, ha tracciato un bilancio dei primi 100 giorni di mandato.

Il Covid, come ovvio, è stato al centro dell’azione politica e, «in un mese, con l’operazione di screening di massa, tra dirette e indirette sono state isolate 3-4.000 persone che altrimenti avrebbero potuto essere causa di contagio», sottolinea il presidente, evidenziando «un dato che ci rende orgogliosi», ma l’elenco procede: il raddoppio del numero dei tamponi eseguiti quotidianamente, «passato dai 1.500-2000 a 5.000 processati, tra molecolari e rapidi. E sono ancora i numeri a parlare riguardo all’Rt, «stabilmente sotto l’1 dal 15 novembre. Un risultato che a noi fa piacere in un problema di complessità generale».

Lascia poi ai suoi assessori il compito di evidenziare nello specifico quanto fatto in ogni settore, a partire dai ristori e gli incentivi per le aziende colpite dalle restrizioni anti-Covid, passando per il potenziamento dei posti di Terapia intensiva – da 115 a 237 – e delle Usca (unità speciali di continuità assistenziale), fino alla velocizzazione delle pratiche sul sisma. L’assessora alle Pari opportunità Giorgia Latini, dopo le polemiche sul tema dell’aborto, annuncia una legge «per la famiglia con fondi per le donne che si sentono costrette all’interruzione volontaria di gravidanza per motivi economici. L’obiettivo è promuovere la natalità e la vita».

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X