facebook rss

Capitale italiana della cultura 2024
La Regione sostiene anche Pesaro
Querelle ai titoli di coda (si spera)

ASCOLI - Dopo le polemiche dei giorni scorsi arriva l'appoggio ufficiale alla candidatura della città di Rossini, che aveva accusato il governatore Acquaroli e l'assessore Latini di puntare solo sulle cento torri. Ora la corsa al prestigioso riconoscimento può, con serenità, cominciare

Ennesima, e si spera ultima, puntata dell “querelle” a tre tra Regione Marche, Pesaro e Ascoli. Nodo del contendere, la candidatura delle due città a “capitale italiana della cultura 2024” e il conseguente sostegno offerto da Palazzo Raffaello alle cento torri, che ha fatto indispettire l’amministrazione comunale pesarese.

Il governatore Acquaroli

Mancato sostegno per cui la Regione si è giustificata dicendo che nessun atto ufficiale di Pesaro ha chiesto tale  supporto. Pesaro ha anche accusato la Regione di puntare solo su Ascoli. Poi la richiesta è partita e, in giornata, è arrivata la risposta del governatore Acquaroli e dell’assessore di competenza Giorgia Latini, anch’essa finita nel vortice a causa della sua presenza nel comitato che promuove la candidatura di Ascoli.

Insomma, una questione che rischiava di diventare stucchevole, a cui ha posto fine l’attesa risposta della Regione, che da oggi supporterà ufficialmente entrambe le realtà in corsa per il prestigioso riconoscimento.

«Apprendiamo con soddisfazione della candidatura di Pesaro-spiegano Acquaroli e Latini-. Nella sua singolarità, rappresenta un simbolo di richiamo della nostra regione, un capoluogo che sa attrarre, che si declina nella bellezza e multiformità del suo territorio, coniugando storia, architettura, musica e una solida e variegata tradizione sportiva che la rende bandiera della nostra regione. L’identità culturale di Pesaro è di indiscutibile rilevanza e in tal senso, è paradigmatico il meritevole distintivo come “Città Creativa per la musica Unesco” conseguito nel 2017, giacché la cultura musicale esprime la vera vocazione della città».

«Per questo ambizioso obiettivo al quale la sua città si candida, non potrà mancare il sostegno della Regione Marche, in un percorso che arricchirà la città di Pesaro e l’intero territorio marchigiano di ulteriore prestigio e visibilità -concludono-. Non mancherà occasione, nei tempi e nelle modalità che saranno ritenuti più congrui, di ragionare e condividere in merito alle progettualità da individuare, per avviare una collaborazione, che rappresenti un sistema di cooperazione istituzionale foriero di grandi iniziative e risultati per la nostra regione».

Lu. Ca.

“Capitale della cultura 2024”: Ascoli fa sul serio, sarà (anche) derby con Pesaro

Capitale della cultura 2024, arriva il sostegno della Regione: «Scelta che può trainare le Marche» Non solo Pesaro, in corsa pure Capri e le Alpi

Capitale della cultura 2024, Pesaro critica la Regione: «Caduta di stile supportare solo Ascoli»

Capitale della cultura 2024, la Latini si difende: «Nessun tifo, sono in commissione da un anno»

Capitale della cultura 2024, Confartigianato plaude: «Bene la candidatura»


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X