Quantcast
facebook rss

Covid, 172 nuovi casi
e 2 decessi nelle Marche
Oltre il 10% dei posti occupati in intensiva

CORONAVIRUS – Nelle ultime 24 ore testati 1.499 tamponi nel percorso nuove diagnosi, positivo l’11%. Continua a calare il tasso cumulativo di contagi ogni 100.000 abitanti, arrivato a 68. Nel Piceno sono 38. Nei reparti intensivi 22 pazienti su 212 letti disponibili, ancora ben al di sotto della soglia del 15% del totale i ricoveri in area medica. Morti un 80enne di Ancona e una 86enne della provincia di Rimini
...

chiusura-covid-hospital-ultimo-paziente-civitanova-FDM-8-325x217

Sono 172 i nuovi casi di Covid nelle Marche, 2 i decessi, superato il 10% dei posti occupati nelle terapie intensive.

È quanto si evince dal bollettino del Servizio Sanità.

Nelle ultime 24 ore sono stati testati 2.901 tamponi: 1.499 nel percorso nuove diagnosi e 1.402 nel percorso guariti. L’incidenza dei positivi si attesta dunque all’11%, mentre continua a scendere il tasso cumulativo di contagi ogni 100.000 abitanti, arrivato a 68,6. I nuovi casi sono stati registrati: 53 nel Maceratese, 32 nell’Ascolano, 31 nel Pesarese, 25 nell’Anconetano, 18 nel Fermano e 12 da fuori regione.

I sintomatici in tutta la regione sono 33.

Sul fronte ospedaliero con due nuove ricoveri nelle ultime 24 ore è stato superato il 10% dei posti letti disponibili, i ricoverati nelle aree intensive sono infatti 22 su 212 posti disponibili. Invariati i pazienti in semi intensiva, che restano quindi 18, un ricovero in meno nei reparti non intensivi, per un totale di 40. Ad oggi dunque nelle Marche ci sono in tutto 80 pazienti Covid.

Restiamo ancora in zona bianca perché sebbene abbiamo sforato i 50 casi ogni 100.000 abitanti e il 10% di posti occupati nelle terapia intensive, perché i posti occupati in area medica sono ancora ben al di sotto del 15%, soglia fissata dall’ultimo decreto, sono infatti al 6% circa.

Segnalati anche due decessi: un 80enne di Ancona e una 86enne della provincia di Rimini ricoverata a Pesaro, entrambi con patologie pregresse.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X