Quantcast
facebook rss

I problemi della Sanità picena sul tavolo della Provincia, Loggi: «Vi daremo voce nell’Assemblea dei sindaci»

ASCOLI - Maurizio Pelosi (NurSind), Mauro Giuliani (Usb) e Roberto Tassi (Nursing-Up) sono stati ricevuti dal presidente e dal capogruppo consigliare Tonelli: «Confronto articolato. Piena solidarietà ai lavoratori»   
...

 

Daniele Toenlli e Sergio Loggi e, dall’altra parte del tavolo, Maurizio Pelosi, Mauro Giuliano e Roberto Tassi

 

Il presidente della Provincia Sergio Loggi e il capogruppo consiliare Daniele Tonelli hanno ricevuto, a Palazzo San Filippo, alcune rappresentanze sindacali del comparto sanità dell’Area Vasta 5 per un confronto sulle problematiche del personale e della Sanità picena che hanno un impatto significativo sulla comunità locale.

 

Maurizio Pelosi per NurSind, Mauro Giuliani rappresentante di USB e Roberto Tassi per Nursing-Up hanno illustrato agli amministratori provinciali le numerose criticità e disagi attualmente vissuti dal personale evidenziando, in particolare, la necessità di stabilizzare gli operatori sanitari precari e assicurare anche ai dipendenti della Sanità del territorio piceno tutti gli istituti economici e contrattuali previsti per la categoria.

 

«Si è trattato di un confronto ampio ed articolato – hanno evidenziato il presidente Loggi e il consigliere Tonelli – che ha consentito di mettere in luce le varie problematiche dei lavoratori dell’Area Vasta 5 che hanno svolto un’attività straordinaria ed encomiabile durante l’emergenza pandemica e che sono impegnati quotidianamente, con grande dedizione e professionalità, a sostenere un enorme carico di lavoro per assicurare i servizi essenziali e l’assistenza ai cittadini del Piceno.

Esprimiamo solidarietà e supporto verso tutte le componenti della complessa macchina sanitaria territoriale – hanno sottolineato Loggi e Tonelli – e c’è l’intenzione di coinvolgere i rappresentanti degli enti locali, anche tramite lo strumento dell’Assemblea dei sindaci, per dare voce ai problemi della Sanità.

Nella nostra provincia – proseguono gli amministratori provinciali – ci sono servizi di eccellenza che vanno preservati e potenzialità ancora da esprimere. La tutela della salute in tutte le sue articolazioni dagli ospedali, ai medici di base, ai presidi sanitari sul territorio, rappresenta una priorità essenziale per la comunità picena.

Ed è quindi importante per gli enti locali essere sensibili verso queste tematiche ed esprimere, per quanto di competenza, indirizzi e linee d’intervento atte a mantenere e sviluppare servizi fondamentali per la popolazione».

L’ira di Cgil, Cisl, Uil, Ugl e Fials: «Dall’Asur zero risposte per 200 contratti precari, proseguiamo con la mobilitazione»

Sanità, sindacati in rivolta: «Subito una soluzione, o proclamiamo lo sciopero»

«Ecco le nostre ultime gocce di sangue»: va in scena la protesta di Nursind, Nursing Up e Usb (Foto e video)

Area Vasta 5, cresce la protesta dei lavoratori: presidi il 24 ed il 29 novembre

Area Vasta 5, «Ancora nessuna risposta o riconvocazione in Regione»: al via una nuova manifestazione di protesta  

Area Vasta 5, a vuoto il tentativo di mediazione: i sindacati confermano lo stato di agitazione

Sisma, salta l’incontro in Regione con i sindacati di Area Vasta 5: ma alcuni si erano già tagliati fuori


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X