facebook rss

Il Natale di “Arquata Potest”
Riaperto il sentiero
tra Tufo e Pescara

CONTINUA la meritoria opera di recupero sentieristica dell'associazione di Arquata. Il percorso è caratterizzato dalla “Vena dei Corvi”, spettacolare canyon in pietra arenaria, e farà parte del Cammino delle Terre Mutate

Alcuni volontari di “Arquata Potest”

L’Associazione “Arquata Potest” ha portato a termine il recupero dell’antico sentiero tra le frazioni di Tufo e Pescara. L’opera di ripristino, assai impegnativa, è stata realizzata grazie all’impegno dei volontari Andrea Ferretti, Maurizio Paci, Giacomo Stoppo, Carlo Ambrosi, Domenico Tarchi, Fernando Cortellesi, Corrado ed Emanuele Longa, guidati dall’immancabile Vittorio Camacci.

Il tracciato riaperto

Il percorso, particolarmente interessante sia da un punto di vista geologico che naturalistico, è caratterizzato dalla presenza della “Vena dei Corvi”, uno spettacolare canyon in pietra arenaria che si sviluppa lungo il tracciato, partendo dalla zona denominata “Campi di Sotto”, nei pressi di un muro di epoca preromana. La stessa Tufo, la quale fu in epoca romana la statio “Ad Martis”, infatti, risulta essere probabilmente il centro abitato più antico dell’intera zona.

Al lavoro

Un recupero quanto mai importante, non solo perché va ad aumentare il numero dei sentieri già riaperti dall’associazione, ma soprattutto perché il tracciato in questione andrà a far parte dell’ormai celebre Cammino delle Terre Mutate, che da Fabriano raggiunge L’Aquila, aprendo così nuove opportunità per gli appassionati di trekking, i quali possono peraltro scaricare le tracce gpx e le mappe dei sentieri già recuperati direttamente dal sito www.arquatapotest.it.
L’obiettivo di “Arquata Potest” resta sempre quello di portare avanti il recupero degli antichi sentieri del territorio realizzando il circuito Grande Anello di Arquata che possa unire tutte le sue frazioni.

“Arquata Potest”, doppio appuntamento con i sentieri dimenticati

 

“Arquata Potest” rilancia: «Gli sfregi alla montagna ferita non ci fermeranno»

 

Il Cristo torna a casa, tra le macerie: «Arquata, non ti abbandoneremo mai» E a Colle la fiammella resta accesa

 

I volontari liberano un antico sentiero, quello fra la frazione Colle e l’Eremo di Sant’Amico di Avellana

 

Un nuovo sentiero recuperato da giovani volontari fra Pescara del Tronto e Vezzano

 

Un altro sentiero ripulito, il bosco rinasce: l’esempio dei ragazzi di Arquata

 

Volontari al lavoro nei boschi Torna alla luce il sentiero tra Spelonga e Grisciano

 

Dal lupo di Piedilama alle razzie di pecorino L’800 di Arquata rivive nel libro di Lalli

 

Tra Faete e Spelonga c’è lo spettacolare sentiero recuperato dai volontari

 

Motoseghe e tagliaerba per riaprire il vecchio sentiero

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X