Quantcast
facebook rss

Covid, test sierologici al via
La Croce Rossa ne effettuerà 474
Oltre 5.000 nelle Marche

DA LUNEDì 25 maggio al via le indagini per valutare l'immunità dei cittadini in relazione all'infezione da Coronavirus. Il Comitato Ascoli, Colli del Tronto, Castel di Lama, Acquasanta e Spinetoli contatterà telefonicamente i selezionati dall'Istat
...

Partiranno da lunedì 25 maggio i test per valutare l’immunità dei cittadini in relazione all’infezione da Coronavirus. Ne saranno effettuati oltre 5.000 nelle Marche, mentre nei territori del Comitato Ascoli, Colli del Tronto, Castel di Lama, Acquasanta e Spinetoli saranno contattate 474 persone. Le persone coinvolte saranno analizzate grazie alla collaborazione tra l’associazione di volontariato e l’Azienda Sanitaria Regionale.

Il container sarà sostituito da una tenda pneumatica per i test

Il centro prelievi di Ascoli è stato individuato presso la sede di via Tucci. La Croce Rossa ascolana ha messo a disposizione una tenda pneumatica per l’esecuzione del prelievo oltre alla propria sede adibita a sala d’attesa per i pazienti con un numero di posti a sedere adeguati all’afflusso previsto. Una task force dedicata avrà il compito di accogliere i cittadini sottoposti all’indagine sierologica.

Una sinergia che darà dunque vita a una sequenza di test di siero-prevalenza sull’infezione da Coronavirus promossa dal Ministero della Salute in collaborazione con l’Istat, il comitato tecnico-scientifico Covid-19, l’Istituto Superiore di sanità e l’ospedale “Spallanzani” di Roma. In totale saranno 150.000 i cittadini che saranno coinvolti in tutta Italia. L’obiettivo è capire il livello di immunità della popolazione. La partecipazione sarà definita in maniera casuale, tramite l’Istituto Nazionale di Statistica con una selezione puramente random.

Un’indagine fondamentale che vede in prima linea proprio la Cri Marche, insieme alla Regione. Il ruolo dell’associazione di volontariato sarà duplice: contattare telefonicamente i cittadini chiamati a partecipare, tramite il call center regionale, ed effettuare il prelievo con la collaborazione del personale sanitario, che sarà poi analizzato dal laboratorio di virologia dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Ospedali Riuniti di Ancona.

A partire da lunedì 25, quindi, i volontari messi in campo dall’associazione, daranno il via alle telefonate. Ogni cittadino scelto con appositi “criteri” definita dall’Istat sarà contattato dal numero 06.55101400. Oltre 20 gli operatori della Croce Rossa, specificatamente formati, distribuiti tra le province e supportati da un team regionale.

Dopo la chiamata, durante la quale verrà somministrato un questionario, sarà fissato l’appuntamento. Circa 45 i punti allestiti nelle Marche, grazie alla collaborazione dell’Asur e dei singoli distretti: 20 quelli realizzati all’interno di sedi Cri preesistenti o con ambulanze mobili, ed i restanti posizionati all’interno di ambulatori Asur.

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X