facebook rss

Scontro M5S-Pd, Giorgini
replica a Cataldi: «Decide la maggioranza»
Svelati i nomi dei candidati del Piceno

REGIONALI - Di fronte alle perplessità espresse qualche giorno fa dal deputato ascolano, l’attuale consigliere regionale grillino ribadisce la volontà del Movimento 5 Stelle di rifiutare ogni sorta di alleanza col Pd. Capitolo liste: lo stesso Giorgini sarà in prima linea nella corsa a Palazzo Raffaello, affiancato per l’occasione da altri tre esponenti della Riviera

di Federico Ameli

«È assurdo non replicare a livello locale lo schema di governo nazionale, basato su un accordo di contenuti. Sarebbe sciocco fare i fidanzati in casa, a livello nazionale, e non prendersi per mano sul territorio». Si era espresso in questi termini qualche giorno fa l’onorevole grillino Roberto Cataldi nel commentare la scelta del Movimento 5 Stelle di correre in solitaria in vista delle prossime elezioni regionali, svincolandosi di fatto dall’alleanza su scala nazionale con il Partito Democratico e ponendosi in diretta concorrenza alla squadra del democratico Maurizio Mangialardi (leggi l’articolo).

Il consigliere regionale Peppino Giorgini (Foto Andrea Vagnoni)

A qualche giorno di distanza, il consigliere regionale grillino Peppino Giorgini è tornato sull’argomento, sottolineando come anche all’interno di uno stesso partito si possa considerare fisiologica la convivenza tra idee diverse e come, in situazioni del genere, l’ultima parola spetti sempre alla maggioranza.

«Abbiamo deciso di presentare un nostro candidato – l’attuale consigliere comunale di Tolentino, Gian Mario Mercorelli, ndr – perché così ha deciso la maggioranza all’interno del Movimento. Ognuno è libero di esprimere la propria idea, ma quando si fa parte di un gruppo le decisioni vanno rispettate.

Oltre all’onestà, che rimane uno dei nostri cardini nonostante le false voci messe in giro alcuni giornali, un altro valore fondamentale per noi è la lealtà al partito. È troppo semplice fare il “salto della quaglia”, come recentemente dimostrato da qualcuno anche nel nostro territorio», con esplicito riferimento, tra gli altri, all’assessore comunale di Ascoli Monica Acciarri, candidata alla regione con la Lega pur avendo alle spalle importanti trascorsi nel centrosinistra (leggi l’articolo).

«Chi decide di rimanere lo fa per lealtà ai principi del Movimento. All’interno di uno stesso partito non può esserci un pensiero unico, ma quando la propria idea è minoritaria si deve accettare l’espressione della volontà della maggioranza. Per noi, destra e sinistra fanno parte dello stesso sistema. A proposito dei partiti moderni, Berlinguer parlava di “macchine di potere e di clientela”: noi faremo la nostra battaglia».

L’onorevole ascolano Roberto Cataldi (Foto Andrea Vagnoni)

Ribadendo la ferma volontà di non schierarsi con il centrosinistra marchigiano, Giorgini conferma poi i nomi emersi dalla piattaforma Rousseau già qualche mese fa, in occasione delle votazioni online per individuare i candidati da presentare alle elezioni inizialmente previste per lo scorso maggio.

Il primo nome della lista per la circoscrizione del Piceno, e non poteva essere altrimenti, è proprio quello del consigliere regionale uscente, che in questa nuova campagna elettorale sarà affiancato dal trentaseienne di Grottammare Davide Ermanno Rosario, dalla sambenedettese Laura Ciabattoni e da Elena Russo di Cupra Marittima. Tra i nomi in ballo, spicca inevitabilmente l’assenza di rappresentanti di Ascoli e dell’entroterra ascolano, con il Movimento 5 Stelle che conferma la volontà di schierare quattro esponenti della Riviera.

Ancora da definire il programma delle presentazioni ai cittadini, che verrà stilato non appena scadranno i termini per la presentazione delle liste. I pentastellati, infatti, stanno ancora sbrigando le ultime formalità per ufficializzare i quattro candidati, alle prese con il rinnovo dei certificati penali e di tutta la documentazione necessaria per poter aspirare a varcare la soglia di Palazzo Raffaello.



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X