facebook rss

Fratelli d’Italia e Lega
hanno il problema delle donne

MARCHE 2020 - Domani Fioravanti incontra Acquaroli. Stasera ad Ascoli assemblea regionale del partito di Giorgia Meloni con il neo commissario Emanuele Prisco (ha sostituito Carlo Ciccioli candidato ad Ancona). Il centrodestra si interroga sull'opportunità di candidare l'assessore comunale Monica Acciarri per il suo passato di sinistra. Ad agosto ritorno di Matteo Salvini nelle Marche per la convention regionale

Andrea Antonini, Monica Acciarri, Francesco Acquaroli

di Franco De Marco

Fratelli d’Italia e Lega stanno stringendo sulle candidature per le prossime regionali.

Ma ci sono ancora da sciogliere nodi importanti  riguardanti, in entrambi i casi, la presenza in lista delle donne. Per gli uomini praticamente tutto deciso.

Le nomitation sono chiare.

Per le donne invece ancora si sfoglia la margherita e, stando a quanto trapela, uno dei nodi è la presenza o meno in lista, con il centrodestra, dell’assessore comunale di Ascoli Monica Acciarri, ex Pd, che con le ultime comunali di Ascoli è trasmigrata nel centrodestra ottenendo un buon successo elettorale.

Stasera, a Palazzo dei Capitani, si è svolge l’assemblea regionale di Fratelli d’Italia per fare il punto della situazione e delineare le linee fondamentali della campagna elettorale. Debutta nel suo nuovo ruolo l’onorevole Emanuele Prisco nominato commissario regionale poichè il coordinatore regionale in carica, Carlo Ciccioli, che si è candidato alle regionali nella Circoscrizione di Ancona, ha lasciato l’incarico.

Per statuto, infatti, i due ruoli non sono compatibili.

Presente anche l’onorevole Francesco Acquaroli, pupillo di Giorgia Meloni, candidato presidente della coalizione di centrodestra

Guido Castelli (Foto Vagnoni)

Per quanto riguarda la composizione della lista, nella Circoscrizione di Ascoli, è da tempo scontata la presenza di Guido Castelli, ex sindaco di Ascoli, considerato pezzo da novanta anche elettoralmente, e di Andrea Assenti, ex vice sindaco di San Benedetto nella giunta guidata da Pasqualino Piunti, che ha pure ufficializzato il passaggio nel partito di Giorgia Meloni.

Due nomi indubbiamente forti per Fratelli d’Italia.

Ma per quanto riguarda le donne è in corso una discussione piuttosto articolata e delicata.

Sul piatto c’è l’ipotesi appunto di far scendere in campo l’assessore comunale di Ascoli Monica Acciarri. La quale, se da un punto di vista elettorale è accreditata di un significativo consenso, quindi molto utile alla causa del candidato presidente Francesco Acquaroli.

Dal punto di vista etico e della coerenza lascia non pochi dubbi tra i rappresentanti di Fratelli d’Italia.

C’è da valutare “costi” e “benefici”.

Il confronto è in corso.

In politica si sa, più che mai, tutto è possibile.

Domani, venerdì 24 luglio, è anche previsto un incontro tra il sindaco di Ascoli Marco Fioravanti e Francesco Acquaroli, per parlare probabilmente non solo di contenuti amministrativi ma anche della lista ascolana per le regionali.

Sull’altro fronte, quello della Lega, la certezza è al momento una sola da oltre un anno: il candidato consigliere di punta è sicuramente Andrea Antonini, commissario provinciale del partito di Matteo Salvini, ex assessore comunale e provinciale, proveniente da Alleanza Nazionale.

Nel caso di una vittoria del centrodestra già si ipotizza, per lui, l’assessorato alla cultura che ha già ricoperto al Comune di Ascoli.

Andrea Antonini è un pezzo da novanta della Lega, accreditato di un alto consenso.

Ma insieme a lui chi ci sarà in lista?

Trapelano vari nomi ma ancora non c’è alcuna decisione.

Anche in questo caso il nodo riguarda la presenza femminile.

Il nome di Monica Acciarri è stato abbinato anche alla Lega ma l’ipotesi, da quanto si deduce, non è stata accolta sempre per motivi di opportunità riguardo al passato di sinistra dell’assessore comunale.

La Lega comunque annuncerà ufficialmente tutti i suoi candidati alle regionali in una grande convention regionale che si svolgerà l’8 e 9 agosto a Sant’Elpidio a Mare (Fermo) alla presenza di Matteo Salvini.



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X