Quantcast
facebook rss

Uso delle mascherine a scuola,
Donatella Forlini:
«Rischia di fare più danni»

EMERGENZA CORONAVIRUS - Il garante per i diritti dell'infanzia del Comune di San Benedetto torna su un argomento che sta dividendo: «L’utilizzo in modalità statica alle primarie costituisce un’ulteriore limitazione al mondo educativo, appare come un’applicazione esasperata del principio di precauzione sanitaria»
...

Continua a tenere banco la questione dell’utilizzo obbligatorio delle mascherine nelle scuole primarie.Ad intervenire stavolta è il garante dei giritti per l’infanzia e l’adolescenza del Comune di San Benedetto, Donatella Forlini.

Donatella Forlini

«Dopo l’intervento dell’assessore regionale all’istruzione Giorgia Latini, anche il garante regionale dei diritti della persona Andrea Nobili, a seguito della nostra istanza, ha chiesto un parere medico-specialistico sulla sussistenza o meno di rischi potenzialmente correlabili all’uso della mascherina per i bambini della scuola primaria -spiega-. Oltre che all’aspetto prettamente salutistico, il Dpcm in questione appare connotato, nel suo stesso dettato normativo, da una evidente anomalia e grave contraddittorietà che renderebbero, di fatto, lo stesso illegittimo».

«L’utilizzo della mascherina in modalità statica costituisce un’ulteriore limitazione al mondo educativo ed al principio stesso dell’educare: appare come un’applicazione esasperata del principio di precauzione sanitaria -continua la Forlini-. Tale situazione va ad aggravare le relazioni sociali e l’equilibrio psichico dei nostri bambini già ampiamente compromesso in questi mesi difficili, dall’assenza di contatti e di socialità. La mascherina indossata in modo continuativo per tutta la durata della giornata scolastica, potrebbe risultare essere altamente turbante per il bambino e rischia di fare più danni, più di quanti il distanziamento sociale già impone al settore dell’infanzia e dell’adolescenza».

Mascherine a scuola, Latini scrive al Governo: «Bambini penalizzati nel pieno della crescita»




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X