facebook rss

Caos Samb, arrivano i soldi
da mettere in busta
per l’asta di lunedì

SERIE C - È andato a buon fine il bonifico di Baram Dae Kim da 126.000 dollari (103.000 euro). Alle 12 la cifra è risultata depositata alla Banca Intesa San Paolo di San Benedetto ed intestata a "La Sambenedettese srl", società fondata in Riviera dall’imprenditore coreano

di Benedetto Marinangeli

Ci sarà anche l’assegno circolare richiesto e non presentato mercoledì nella busta che i referenti dell’imprenditore coreano Baram Dae Kim depositeranno lunedì nell’ufficio del notaio Pietro Caserta nella seconda asta  per l’aggiudicazione del complesso societario della Samb. L’appuntamento è fissato per le 18, con la famosa busta che dovrà essere depositata entro le 17,30.

Un momento del campionato della Samb (foto Sambenedettese Calcio)

È finalmente andato a buon fine il bonifico di Dae Kim di 126.000 dollari (103.000 euro) con la cifra che alle ore 12 è risultata depositata per la Banca Intesa San Paolo di San Benedetto ed intestata a “La Sambenedettese srl”, società fondata in Riviera dall’imprenditore coreano. E’ questo il quantum relativo al  25% dell’importo complessivo richiesto come caparra sulla base d’asta di 400.000 euro per l’acquisizione  del complesso aziendale della Samb.

Poi però dopo tre giorni, la nuova proprietà e presumibilmente il gruppo che fa capo a Kim dovrà effettuare il saldo. Ed è qui che potrebbe aprirsi un nuovo problema. Ieri mister Roger, referente dell’imprenditore coreano, si è recato in Tribunale a parlare con il giudice Francesa Calagna.

Domenico Serafino

Nell’incontro avrebbe manifestato  il suo malumore sui 400.000 euro da pagare, per l’alto debito sportivo, circa un milione e mezzo di euro dichiarando poi al giudice che Kim era stato truffato da Serafino. Mister Roger è stato gentilmente accompagnato alla porta.

Addirittura si era sparsa anche la voce che l’avvocato Fabrizio Acronzio proprio dopo ciò che era accaduto nel pomeriggio di giovedì fosse stato prossimo a rimettere il mandato. Ed invece il legale teramano resta, almeno per il momento al suo posto.

Ma non bisogna dimenticare che una volta acquisito il complesso aziendale della Samb, si dovranno espletare tutte le documentazioni necessarie per la nuova affiliazione e soprattutto pagare il debito sportivo quantificato intorno al milione e mezzo di euro. Insomma se ci sono stati problemi per i 103mila euro per l’asta, non sarà certo semplice convincere mister Roger e Baram Dae Kim a tirare fuori tanti altri soldoni. Insomma il futuro della Samb è sempre legato ad un esile filo.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X