Quantcast
facebook rss

Quintana, l’ora delle dame
e delle amazzoni: regine incontrastate
nel corteo senza cavalieri (Foto e video)

ASCOLI - Erano tutti per loro gli occhi dei numerosi spettatori, che hanno sfidato il caldo torrido e le folate di aria calda, durante la sfilata verso il Campo dei Giochi. Bellissime e sorridenti, si sono calate perfettamente nella suggestiva atmosfera
...
L'uscita del Palio e del Gruppo Comunale da Palazzo dei Capitani

 

 

di Maria Nerina Galiè

 

(foto di Sandro Maoloni)

 

Il caldo torrido, reso ancor più insopportabile dalle folate di vento incandescente, preannunciato dal bollettino meteo, si è arreso al sorriso delle dame e delle amazzoni, regine incontrastate del corteo diretto al Campo dei Giochi, nell’edizione di agosto della Quintana di Ascoli.

Oggi, 1 agosto, gli occhi del numeroso pubblico, che ha sfidato il sole a picco sulle principali piazze della città delle cento torri, erano tutti per loro. Non c’erano i cavalieri. Così è stato deciso dagli organizzatori, per evitare lo stress e permettere ai giostranti di conservare tutte le energie per la sfida al Moro.

Elisabetta Trebbiani – Federica Palombini

Ma c’erano le amazzoni, Elisabetta Trebbiani, al secolo Federica Palombini, che ha sfilato con la Piazzarola. Poi, tra le file di Sant’Emidio, Flavia Guiderocchi, Alessia Del Moro e Valentina Di Pietro negli abiti di Menechina Soderini. Stefania Regoli, nobildonna a cavallo per Porta Romana.

Non c’erano le “coppie nobili” come nell’edizione di luglio: sono tornate le tradizionali dame a rappresentate tutti e sei i sestieri.

Ma una coppia che ha rubato la scena si: Nico Stallone, fedelissimo alle guardie di Porta Maggiore tanto da rinunciare al posto tra le Magistrature, che spetta agli assessori comunali, e la moglie Barbara Mannocchi, solare nel volto e nello sguardo dama pure di Porta Maggiore. 

Una sola dama per i 12 Castelli: Giulia Incaini di Comunanza, sotto il gonfalone dell’antico Monte Pasillo.

Giulia Incaini, castellana di Comunanza

Prima, nell’ordine di sfilata che segue la classifica dell’ultima giostra, Elena Grazioli ha tenuto alti gli onori per Porta Solestà. Come anche Federica Mazzanti dama di Porta Tufilla, Stefania Damiani dama di Porta Romana, Valentina Galati dama di Sant’Emidio e Chiara Cicchi dama della Piazzarola.

Ottanta figuranti per ciascun sestiere, contro i 60 della passata edizione: il piccolo allentamento delle  regole anti Covid ha dato i suoi frutti, con un corteo un po’ più ricco di figuranti, tra cui graziosi paggetti e damigelle.

Suggestiva, come sempre, l’uscita del Gruppo Comunale – guidato dal sindaco Marco Fioravanti nei panni del Magnifico Messere – da Palazzo dei Capitani, in Piazza del Popolo, per mettersi in testa al corteo e dare il via ufficiale alla sfilata.

Appena prima, dal grande portone è uscito il palio di agosto 2021, firmato dall’artista ascolano Emiliano Albani, per posizionarsi davanti ai Castelli ed ai sestieri.

Sempre in Piazza del Popolo gli sbandieratori hanno provato timide esibizioni, ma il vento li ha scoraggiati, mentre opponeva resistenza ai pensati gonfaloni, rendendo difficile alcuni momenti a coloro che faticosamente cercavano di dominarli.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X