Quantcast
facebook rss

Covid, a Castignano ormai
si contano 100 casi, il sindaco:
«Abbandonati dalle Istituzioni»

CORONAVIRUS - Tre le persone che hanno avuto bisogno delle cure ospedaliere, una dimessa. Fabio Polini è all'esasperazione: «Ho chiesto un tavolo tecnico alla Prefettura. Ho bisogno di un confronto, anche di una telefonata che magari mi rassicuri, ma nulla»
...

 

Fabio Polini, sindaco di Castignano

A Castignano – 2.684 residenti – ormai 100 le persone positive al Covid e, come si poteva prevedere con l’impennata dei numeri, c’è chi ha avuto bisogno delle cure ospedaliere: 3 i ricoveri, uno dei quali fortunatamente già dimesso.

Sono 88 i contagiati secondo quanto rilevato dal Servizio Sanità regionale oggi, 24 novembre.

Il sindaco Fabio Polini, oltre che preoccupato è deluso e dichiara apertamente: «Le istituzioni ci hanno abbandonato».

Chiede da giorni un tavolo tecnico in Prefettura con le autorità sanitarie, «affinché si analizzino i dati di Castignano», senza però ottenere risposta.

«Ho bisogno di un confronto, anche di una telefonata magari da parte del prefetto o dell’assessore regionale alla Sanità.

Potrebbero dirmi che le mie preoccupazioni sono infondate e siamo in linea con l’andamento generale della regione.

Chiedo uno screening di tutta la popolazione al Dipartimento di prevenzione, perché ritengo che in questo modo possiamo arginare il rischio di far andare in giro persone asintomatiche ma. Anche qui nessuna risposta. Ritengono che non serva? Me lo dicano. Il silenzio è la cosa peggiore»

Nel frattempo, rimane attivo il Coc (centro operativo comunale) e i volontari di Croce Rossa e Protezione Civile di Castignano, presieduti rispettivamente da Rossana Straccia e Adamello Giacomozzi, «impagabili per quello che stanno facendo», nelle parole del sindaco Polini, si sono messi al servizio della popolazione, positiva o in quarantena, per la spesa, la fornitura di medicinali e quant’altro fosse necessario.

m.n.g.



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X