Quantcast
facebook rss

Covid, scuole chiuse
a Ripatransone e Monteprandone

CORONAVIRUS - Lo hanno stabilito i sindaci con un'apposita ordinanza. Alessandro Lucciarini De Vincenzi ha bloccato anche le attività sportive, religiose e aggregative che coinvolgono gli alunni. Sergio Loggi ha disposto anche lo screening per i bimbi dei plessi oggetto del provvedimento
...

 

Il sindaco Alessandro Lucciarini De Vincenzi

Un caso di positività tra il personale scolastico a Ripatransone. Poiché il dipendente è entrato in contatto con gli alunni che frequentano la scuola dell’infanzia, la primaria e le medie dei due plessi scolastici (centro storico e “La Vigna), il sindaco Alessandro Lucciarini De Vincenzi ha deciso di fermare le attività didattiche in presenza, chiudendo le scuole, da oggi, sabato 4 dicembre, a mercoledì 8.

Il primo cittadino inoltre ha ritenuto opportuno sospendere le attività sportive, aggregative, religiose e ricreative che coinvolgono gli alunni delle classi ora i dad.

Il sindaco Sergio Loggi

A Monteprandone, dove sono in isolamento domiciliare o in quarantena disposta dal Sisp, 8 classi della primaria, di cui 2 del plesso “Borgo da Monte” e 6 in quello “Benedetto Croce” il sindaco Sergio Loggi e la vicesindaco con delega all’istruzione Daniela Morelli, sentita la dirigente scolastica Francesca Camaiani, hanno deciso in via precauzionale di chiudere entrambe le scuole lunedì 6 e martedì 7 dicembre.
Gli studenti, inoltre, saranno sottoposto a lo screening, che è su base volontaria e gratuita.
«Sarà la scuola – precisa il sindaco Loggi – a comunicare alle famiglie, attraverso la piattaforma web, i giorni e gli orari in cui gli alunni dovranno presentarsi nel laboratorio “Biomedica”. 

Dallo screening, rivolto ai soli alunni dei plessi coinvolti nel provvedimento del sindaco, sono esclusi quelli già in isolamento domiciliare o che potrebbero ricevere notizia di un caso positivo in classe prima del giorno stabilito».

Loggi conclude con un appello alle famiglie: «Aderiamo all’indagine per prevenire il contagio in un ambito, quello scolastico, che vogliamo e dobbiamo tutelare quanto più possibile».



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X