Quantcast
facebook rss

Ameli (Pd) sul Centro vaccinale
all’Agroalimentare: «Code e caos,
che fa l’assessore Saltamartini?»

SAN BENEDETTO - Il neo segretario provinciale interviene sulla situazione che si crea in riviera e chiama in causa il responsabile della Sanità regionale: «Ha dimenticato i Centri vaccinali di Ascoli e San Benedetto»
...

 

Il Centro vaccinale all’Agroalimentare

«E’ normale dover aspettare per ore fuori al freddo? E’ davvero possibile che dall’inizio della campagna vaccinale la Regione Marche non sia stata in grado di trovare una sede adeguata per ospitare la più grande campagna di vaccinazione della storia?».

Sono domande che si pone e che pone all’attenzione pubblica Francesco Ameli, fresco neo segretario provinciale di Ascoli del Partito Democratico.

Nel mirino il Centro Agroalimentare dove ogni giorno confluiscono centinaia di persone

Francesco Ameli

«Oggi, a distanza di mesi (!), Saltamartini ritiene che alcuni Centri vaccinali delle Marche non siano adeguati – afferma Ameli – dimenticando però di quelli di Ascoli e San Benedetto. Gli consiglio di buttare un occhio su quello che accade nella nostra provincia nonostante i due assessori regionali che sembrano in tutt’altre faccende affaccendati».

Poi Ameli riferisce del commento affidato al web da un cittadino, sempre a proposito di vaccini: “Fatto stamattina ad Ascoli, 80 persone in 40 mq. Sarà a norma? Forse. Per me é assembramento. La location della Casa della Gioventù mi sembra inadeguata allo scopo, spero si trovi a breve altro”.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X