Quantcast
facebook rss

San Benedetto, piano di rilancio
del Pd in quattro punti:
proroga tributi
e sostegno al sociale

EMERGENZA CORONAVIRUS - Antimo Di Francesco e Maria Rita Morganti definiscono l'azione: si chiede coesione e un tavolo operativo con associazioni di categoria, terzo settore, forze produttive economiche sociali e culturali della città per condividere una strategia e fare scelte comuni
...

Antimo Di Francesco

«Auspicando che ci sia unità d’intenti e condivisione degli obiettivi riteniamo necessario che si metta in campo un piano di rilancio economico a supporto del sistema produttivo locale gravemente provato dalla crisi sanitaria relativa al Covid-19».

Il gruppo consiliare Pd (Antimo Di Francesco e Maria Rita Morganti) stila la la lista di un intervento da sostenere coralmente «tracciando un percorso di ripartenza con l’adozione di provvedimenti immediati ed efficaci. E’ il momento del gioco di squadra in questo periodo drammatico, fuori da ogni polemica di parte, e la reale volontà di collaborare fattivamente per approntare misure volte a sostenere il sistema economico, sociale e produttivo – auspica il partito d’opposizione – innanzi tutto è prioritario continuare ad aiutare tutti i cittadini e le famiglie che sono in gravi difficoltà, attraverso l’applicazione di tutti gli strumenti che ci sono ma anche con ulteriori fondi comunali e, soprattutto con una interazione costante con le associazioni del terzo settore».

«Emerge in questi giorni e con grande virulenza la crisi economica. Nella nostra città essa dovrà ancora dispiegare gli effetti più pesanti, essendo alle porte di una stagione turistica che si preannuncia a dir poco difficile. Commercio e turismo rappresentano due comparti fondamentali della nostra economia oltre a tutto l’indotto ed entrambi sono messi a forte rischio, come tali meritano la più grande attenzione».

LE PROPOSTE

destinare le somme stanziate in bilancio relative alle iniziative ed eventi che non si potranno più svolgere al sostegno dei cittadini e famiglie in difficoltà che hanno bisogno di aiuto , reperendo i fondi anche da risparmi di spesa su specifiche poste di bilancio.

prorogare ulteriormente il pagamento di tutti i tributi locali e verificare la  fattibilità della riduzione o esenzione dei medesimi compatibilmente con gli interventi statali che si dovranno determinare nei confronti degli Enti locali attraverso l’erogazione di fondi straordinari.

istituzione di un conto corrente specifico per donazioni – fondo di solidarietà per emergenza Covid-19 – in cui fare confluire tutte le donazioni ed anche quota dei fondi dei gruppi consiliari, per  implementare le risorse economiche finalizzate a interventi di sostegno e per contribuire all’acquisto di  dispositivi di protezione.

attivare un tavolo operativo con associazioni di categoria, terzo settore, forze produttive economiche sociali e culturali della città per condividere una strategia e fare scelte comuni al fine di definire un programma di interventi da realizzare.

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X