Quantcast
facebook rss

Destinati altri 500 buoni spesa
Consegnate alla Guardia di Finanza
le domande sospette

EMERGENZA CORONAVIRUS - Il sindaco Marco Fioravanti sulle iniziative della lotta al Covid 19. In totale oltre mille famiglie, messe in difficoltà dalla chiusura delle attività, potranno spendere il buono nei supermercati. Il 25 aprile una delegazione si recherà a San Marco
...

Il sindaco Marco Fioravanti con i vertici dell’Area Vasta 5 durante la manifestazione al “Mazzoni” organizzata dalle forze dell’ordine per ringraziare gli operatori sanitari

Sono giunte altre 500 domande, che si aggiungono alle 550 soddisfatte prima di Pasqua, per ottenere il buono della spesa alimentare. Lo ha annunciato questa sera il sindaco di Ascoli Marco Fioravanti che è tornato ad aggiornare sulle iniziative del Comune sul fronte Coronavirus.

In totale, dunque, saranno 1000/1100 le famiglie ascolane che, messe in difficoltà dalla chiusura delle attività a causa del virus, potranno spendere il buono per acquistare generi alimentari e altri prodotti di prima necessità. Già oggi si è riunita la commissione per l’esame di queste domande.

«Quelle sospette – ha affermato il sindaco – saranno passate alla Guardia di Finanza per un controllo. Anche questa seconda tranche di buoni sarà portata direttamente a casa dei beneficiari da parte della Polizia Municipale».

Nonostante il termine per la presentazione delle domande sia scaduto alla mezzanotte di ieri, i ritardatari possono ugualmente avanzare la richieste e il Comune valuterà se è possibile accettarle. Si attendono dal Governo le indicazioni per partire anche con il bonus affitti.

LE MASCHERINE – Verranno consegnate nella cassetta della posta di 21.000 le famiglie le mascherine (due per famiglia, una chirurgica e una lavabile) messe a disposizione dal Comune. Si sta organizzando dell’operazione. Prima si deve provvedere all’imbustamento e ai sigilli. Poi alla consegna da parte dei volontari.

I NUOVI CONTAGI -Sui dati ufficiali dei contagi il sindaco ha sottolineato la sostanziale stabilità. Nella provincia di Ascoli sono, dall’inizio della pandemia,  273. Due in più rispetto ai quattro giorni precedenti quando non era stato registrato nessun caso positivo. «Il direttore dell’Area Vasta 5 Cesare Milani – ha specificato Marco Fioravanti rassicurando – mi ha detto che i due nuovi casi erano stati già attenzionati. Numeri quindi stabili e in miglioramento in tutte le Marche». Nei 273 casi, inoltre, sono da contemplare anche 78 guariti e 12 vittime.

IL 25 APRILE – Il primo cittadino ha anche dato notizia che oggi si è riunito il Comitato per la sicurezza e l’ordine pubblico per decidere come si svolgerà la celebrazione del 25 Aprile “Festa della Liberazione”.  Anche sulla base di una nota del Consiglio dei Ministri, è stato deciso che una delegazione, formata dal Prefetto Rita Stentella, dal sindaco Marco Fioravanti e dal presidente dell’Anpi provinciale Pietro Perini si recherà al Sacrario di Colle San Marco per depositare una corona di alloro e rendere omaggio a chi ha combattuto per dare a tutti la libertà dal nazifascismo.

CARNEVALE – Domani giovedì 23 aprile, alle 18,30, con una diretta Facebook sulla pagina  “Il Carnevale di Ascoli”, verranno comunicati i vincitori del concorso mascherato organizzato dall’associazione guidata da Marco Olori. La cerimonia della premiazione verrà effettuata appena possibile rispetto alle prescrizioni anticoronavirus.  Il monte premi verrà destinato alla solidarietà.



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X