facebook rss

Omicidio Cianfrone, l’avvocato:
«Nessuna correlazione
con l’arresto del 2015»

SPINETOLI - Parla il penalista ascolano Nazario Agostini, difensore nella vicenda giudiziaria iniziata 5 anni fa dell'ex vice comandante della Stazione dei Carabinieri di Monsampolo. Il processo era ancora in corso ma si estinguerà per avvenuto decesso dell'imputato

L’avvocato Nazario Agostini

Non si esclude nessuna pista che possa condurre a trovare chi ha ucciso a sangue freddo Antonio Cianfrone, il 3 giugno mentre passeggiava sulla ciclopedonale di Spinetoli, e perchè.

Tranne una, secondo il penalista ascolano Nazario Agostini, difensore dell’ex vice comandante dei Carabinieri della Stazione di Monsampolo, dopo l’arresto, nel 2015, ed il conseguente allontanamento temporaneo dall’Arma.

«E’ escluso in radice che la tragica fine di Cianfrone sia correlata con quella vicenda giudiziaria», afferma Agostini, aggiungendo: «Si tratta di una “misera cosa”, che Cianfrone stava affrontando con estrema serenità e fiducia nella giustizia».

Linea condivisa dagli investigatori che, fin dalle prime ore successive all’omicidio, hanno tenute ben separate le due vicende.

Il processo è ancora in corso, ma nella prossima udienza che si terrà in autunno si estinguerà per sopraggiunto decesso dell’imputato.

L’arresto, deciso dal Gip del tribunale di Ascoli Giuliana Filippello, risale al maggio del 2015.

Le accuse: concussione, abuso e omissione d’atti d’ufficio.

Che si possono riassumere – tramite le parole dell’avvocato – nell’ipotesi di reato di aver chiuso un occhio, su questione amministrative nei confronti di titolari asiatici di un’attività commerciale, «in cambio di prodotti come 100 litri di olio d’oliva».

La prossima settimana sarà effettuata l’autopsia sul corpo dell’ex carabiniere.

Nel frattempo sul luogo del delitto si stanno rintracciando i bossoli esplosi dalla pistola che lo ha ucciso.

L’omicidio Cianfrone: dopo moto e caschi sequestrati vicino al luogo dell’agguato, anche la casa perquisita Nel mirino una famiglia di San Pio X

L’omicidio di Antonio Cianfrone, è caccia alla moto fantasma: le attenzioni dei Carabinieri si posano sull’autostrada A14 in direzione sud

«A Pagliare c’è silenzio totale, la gente è davvero esterrefatta»

Gli assassini di Cianfrone arrivati da lontano? Acquisite le immagini delle videocamere dell’autostrada A14 e delle aree di servizio

Il cordoglio di Luciani e Narcisi: «Siamo vicini alla famiglia, speriamo sia un caso isolato»

L’omicidio di Antonio Cianfrone, a Pagliare gente incredula: «Lo conoscevamo in molti, siamo sgomenti per il luogo dove è accaduto e le modalità»

Un agguato pianificato: lo aspettavano a piedi e l’hanno colpito alle spalle

L’omicidio dell’ex carabiniere: Antonio Cianfrone è stato raggiunto da diversi colpi di piccolo calibro

Due killer su una moto: c’è una testimone, indagini serrate (Le foto)

Caccia aperta ai killer L’appello ai cittadini: «Chi ha visto, parli»

Agguato mortale all’ex maresciallo dei Carabinieri Antonio Cianfrone: ucciso sulla ciclabile tra Pagliare e Monsampolo


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X